1. La parola “spa”, che indica quel luogo in cui si possono fare bagni rilassanti e via dicendo, deriva effettivamente dalla città di Spa, che ha aperto i suoi bagni termali, con proprietà terapeutiche, nel XVI secolo.

2. Bruxelles è, nel mondo, la città che ospita il più alto numero di diplomatici e media stranieri.


(Da sinistra: Bruxelles, la Grand Place; e il Manneken Pis)

3. La più antica linea ferroviaria europea collegava Bruxelles a Mechelen ed entrò in funzione nel 1835.

4. Le patatine fritte o chips sono state inventate dai belgi o dai francesi? Di certo questo dilemma porta spesso a scaldare gli animi tra i rappresentanti delle due nazioni. Dato che sul calendario di F1 non è previsto un GP francese fino al prossimo anno, per adesso rimaniamo dell’idea che siano state inventate in Belgio. La storia narra che nel XVII secolo ci fu un’annata così fredda che divenne impossibile riuscire a pescare i piccoli pesci che il popolo destinava alla frittura, dunque le donne belghe iniziarono a tagliare le patate a forma di pesciolini e a friggerle.

5. Non sono solo le patatine fritte e il cioccolato ad esser famosi da queste parti. L’anno scorso l’UNESCO ha inserito la Cultura belga della birra nella sua lista del “Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità”. La produzione della birra in Belgio risale al XII secolo e oggi nel paese esistono circa 180 birrifici. Certo, magari ci sono altri paesi che, in termini di quantità, producono più birra, ma il Belgio è noto soprattutto per la grande varietà di tipologie di birra.

6. Tornando al cioccolato, l’aeroporto di Zavantem a Bruxelles è praticamente il negozio di cioccolato più visitato al mondo, con una media di 1,6 kg di cioccolato venduti ogni minuto.

7. Elencando tutte le cose interessanti sul Belgio, diventa quasi obbligatorio ricordare che il sassofono è stato inventato nel 1840 da un costruttore di strumenti musicali belga, Adolphe Sax.

8. A proposito di musica, la musicassetta, che ha contribuito alla diffusione degli impianti stereo, è stata sviluppata dalla Philips nel 1966 ad Hasselt, in Belgio ovviamente.

9. Il secondo casinò più antico d’Europa (il più antico è a Venezia) è stato costruito a Spa nel 1765.

10. Con la sicurezza dei piloti in F1 diventato un tema caldo prima della pausa estiva, vale la pena ricordare che un incidente verificatosi a Spa-Francorchamps nel Gran Premio del Belgio del 1966 si è rivelato un fattore decisivo per l’applicazione di nuove disposizioni in fatto di sicurezza. Jackie Stewart rimase intrappolato all’interno della sua vettura che si era ribaltata, sommerso dalla benzina e con gli impianti elettrici ancora in funzione: fu grazie agli sforzi di Stewart che le macchine, da lì a breve, vennero dotate di un volante estraibile e di un pulsante per la disattivazione delle componenti elettriche, così come un’unità di soccorso mobile fu prevista per tutte le gare.


(Da sinistra: Jackie Stewart e Jackie Ickx, 1971 – Foto di Evers, Joost / Anefo, [onbekend] (Gahetna in het nationnal archief) [CC BY-SA 3.0 nl]

11. I belgi amano il buon cibo, dovremmo quindi preoccuparci che uno dei belgi più famosi al mondo venga chiamato “Il Cannibale”? Tranquilli, potete rilassarvi: si tratta solo del soprannome di quello che è probabilmente il più grande ciclista professionista di tutti i tempi, Eddie Merckx.

12. E se pensate che i cognomi che terminano in “-ckx” siano un po’ fuori dal comune, allora eccovene un altro: Jackie Ickx. Con 8 vittorie in Formula 1 e 13 pole, per non parlare delle incredibili 6 vittorie nelle 24 Ore di Le Mans, Ickx è senza dubbio il più forte pilota belga di sempre.