Ieri sera si è corso virtualmente sullo storico circuito brasiliano di Interlagos. A difendere i nostri colori, per la terza volta consecutiva: Joni Tormala con Manuel Biancolilla nella Sprint Race di 5 giri e Luca Salvadori con Tonio Liuzzi nella Feature Race da 36 giri. A seguito della Qualifica sprint da un giro secco, il nostro sim-racer finlandese ha staccato l’ottavo tempo, mentre il siciliano si è ritrovato in P17. Quest’ultimo è riuscito a migliorarsi in gara, chiudendo la Sprint Race in P14, consegnando quindi la 14esima piazzola sulla starting grid della Feature Race a Liuzzi (a lui collegato). Tormala ha tenuto la P8, facendo così felice Luca Salvadori, che è potuto scattare dalla top ten. Ma la partenza della Feature ha rimescolato tutto: una Ferrari in testa coda già alla “S” di Senna ha creato scompiglio. Salvadori non ha potuto evitarla e si è ritrovato subito ultimo. Liuzzi ha invece dribblato il groviglio e si è ritrovato P8. Luca riesce comunque a recuperare in fretta: al giro 3 si ritrovano sostanzialmente uno dietro l’altro, a ridosso della zona punti. Ma un’incompresione,  li porta al contatto: gara in pratica finita per Tonio, che si ritroverà ultimo anche per diversi problemi tecnici alla sua postazione; Luca deve ricominciare tutto da capo ancora una volta e la rimonta lo porta a chiudere in P10, agguantando quel punto che ci consente di tenere la settima posizione finale in questo entusiasmante mini-campionato, che ha costituito un appetitoso antipasto alla stagione di Formula 1 “reale”, che scatterà il 28 Marzo in Bahrain. Vince quest’ultima gara, ancora una volta, George Russell su Williams. Le due classifiche generali, team e piloti, si chiudono con i successi della Haas e del suo giovanissimo pilota brasiliano, Enzo Fittipaldi, nipote del due volte Campione del Mondo di Formula 1 (1972 e ’74) Emerson.

 

Da sinistra: Liuzzi, Salvadori, Tormala, Biancolilla.

 

Luca Salvadori:

“È stata una gara veramente sfortunata. Grazie al buon lavoro fatto da Joni e Manuel nella Sprint Race, siamo partiti a centro gruppo. Purtroppo, in partenza, delle macchine si sono girate davanti a me e non ho potuto assolutamente evitare la collisione, quindi sono finito in fondo. Come se non bastasse, c’è stato quel contatto con Tonio: ho toccato la sua gomma posteriore destra e ci siamo girati entrambi, perdendo altro tempo. Alla fine ho conquistato un altro punto, quindi va bene così. Speriamo di fare meglio alla prossima occasione”

 

Vitantonio Liuzzi:

“La gara è stata disastrosa e, purtroppo, mi è successo davvero di tutto. In tutte e tre le gare di questo campionato mi è sempre capitato qualcosa e ieri sera è stata una specie di incubo. Un’ora prima della gara mi si è rotta la pedaliera e così ho dovuto spostare tutto su un’altra postazione, con settaggi molto diversi e con i quali non riuscivo a tenere il passo che avevo avuto durante le prove fatte in settimana, che era da top ten considerando i tempi fatti in gara oggi. Mi dispiace molto non aver potuto mostrare il ritmo che avevamo avuto durante la settimana. Durante la gara, poi, mi si è anche rotta la levetta per scalare le marce, che mi si bloccava insieme al volante mentre giravo. Mi dispiace per quel contatto del tutto involontario con il mio compagno di squadra, che mi è costato caro. Ripeto, la mia gara è stata un incubo. In ogni caso ho portato la macchina al traguardo, anche se sono dispiaciuto per non aver potuto mostrare una performance migliore durante il campionato. Ringrazio come sempre AlphaTauri e Red Bull per avermi dato quest’altra occasione di far parte del team e spero ci siano altre opportunità in futuro”.

 

Classifiche Virtual Grand Prix Brasile 2021 con Scuderia AlphaTauriClassifiche Virtual Grand Prix Brasile 2021 con Scuderia AlphaTauri - quadrata