Sarà un po’ come il primo giorno di scuola, dove ritroveremo amici e colleghi, molti dei quali – ben presto – diventeranno nuovamente gli avversari di quella che sarà una stagione lunga e serrata. Melbourne è sinonimo di natura e lifestyle, ma anche patria di motori. Mentre le due ruote, MotoGP e Superbike corrono a Phillip Island, la Formula 1 utilizza il circuito all’interno dell’Albert Park, l’area storica della metropoli: un tracciato unico nel suo genere, che ha molte caratteristiche di un cittadino, ma delle velocità di percorrenza media decisamente alte. Il nastro d’asfalto, molto liscio, è lungo 5,303 metri e il layout della pista si compone di sedici curve, di cui dieci a destra e sei a sinistra.

Dal punto di vista tecnico, a Melbourne si utilizza un carico aerodinamico medio alto e questo, oltre a incidere su usura e degrado degli pneumatici, ha effetti anche sull’impianto frenante. Sono 9 le staccate violente che vengono registrate su questa pista che costringono i piloti a passare il 18% del giro con il piede sul pedale sinistro. La situazione che troveremo in pista il venerdì di prove libere non sarà semplice: trattandosi di un tracciato non permanente, l’asfalto si gommerà tra una sessione e l’altra, aumentando contestualmente l’aderenza e la forza delle decelerazioni. La prima curva dell’Albert Park è quella più tosta: si arriva a circa 325 km/h e in appena 115 metri si rallenta fino a 140 km/h per affrontare la piega a destra. In appena 2 secondi, i piloti subiscono una decelerazione negativa di quasi 5,2 G.

A differenza degli altri anni, avremo la possibilità di scegliere tre mescole da utilizzare durante il weekend. Pirelli porterà a Melbourne gomme White Medium, Yellow Soft e Red SuperSoft. Per Melbourne, la Scuderia Toro Rosso ha scelto la stessa strategia per le gomme sia per Carlos che per Max: entrambi i nostri piloti avranno a disposizione per il weekend 2 set di gomme Medie, 4 di Soft e 7 di SuperSoft. Inizia così il conto alla rovescia: tra esattamente una settimana, il rombo dei motori invaderà l’Albert Park per la prima delle ventuno gare del 2016.

E voi, come vivrete il weekend del Gran Premio d’Australia? Sarete lì in tributa o sarete a casa, magari dall’altra parte del mondo? Insomma, cosa avete in mano: un biglietto o la sveglia? Ditecelo con un post sui vostri profili social usando l’hashtag #STRWall!