Brendon Hartley:

“Wow, che bel modo di finire l’anno… la gara di Abu Dhabi chiuderà questi miei ultimi mesi, impegnativi e surreali! Sarà il quarto Gran Premio di Formula 1 della mia carriera e devo dire che mi sento sempre più a mio agio con la monoposto, rispetto alla prima volta che l’ho guidata. Con la squadra adesso mi sento davvero a casa, ed è sempre una bella sensazione. Abu Dhabi è un tracciato sul quale ho già corso e provato in altre categorie e rimango ottimista sulle possibilità di poter conquistare il mio primo punto in F1”.

Pierre Gasly:

“Sono davvero emozionato e non vedo l’ora di affrontare l’ultima gara della stagione ad Abu Dhabi! È una pista che mi piace davvero tanto, specialmente perché conservo tanti bei ricordi della corsa dello scorso anno, in cui ho vinto il titolo della GP2 Series. È un luogo significativo per me, anche perché sono stato in pole nelle ultime due stagioni di GP2! La gara inizia con la luce del giorno, ma finisce la sera sotto quella dei riflettori, dunque è qualcosa di diverso dal solito e rende tutto ancora più speciale. Anche i fuochi d’artificio, alla fine della corsa, sono davvero spettacolari: riescono a creare un’atmosfera straordinaria! Darò tutto: dobbiamo spingere al massimo e mantenere la sesta posizione nel Campionato Costruttori. È molto importante per il team e anche per noi piloti, perché vogliamo che la squadra possa sviluppare la prossima monoposto al meglio delle sue possibilità. Farò del mio meglio e spero di chiudere bene la stagione, così da ripartire poi da una base solida per il 2018”.