La pista era ancora leggermente umida all’inizio della Q1 dopo che aveva piovuto per gran parte della mattinata e, dunque, le condizioni erano di difficile interpretazione. Tuttavia, entrambi i nostri piloti hanno guidato in punta di dita, entrando agevolmente in Q2, con Carlos Sainz che ha segnato il secondo tempo e Max Verstappen il quarto.

Purtroppo, dopo questo avvio incoraggiante, il nostro pilota spagnolo non è riuscito a ripetere le sue buone prestazioni ed ha dovuto poi accontentarsi del tredicesimo posto nella classifica dei tempi. Carlos ha incontrato traffico e ha sofferto un po’ l’aver provato in un solo run le gomme Option durante le Libere 3 in mattinata, prima di essere fermato da una bandiera rossa. Tuttavia, ci sono così tante sanzioni inflitte ai piloti in griglia che dovremo aspettare e vedere esattamente quale sarà la sua posizione di partenza.

Max ha avuto un pomeriggio esaltante ed è stato il sesto più veloce in Q2, entrando così nella top ten e concludendo la Q3 con la settima posizione. Un ottimo risultato che gli permetterà di partire, domani in gara, dal lato pulito della quarta fila dello schieramento. Per quanto riguarda la strategia, una o due soste sembra essere la scelta più ovvia, tenendo conto della temperatura della pista che sarà un fattore decisivo: una giornata calda tenderà a favorire strategie con più di una sosta e, a quanto pare, almeno domenica la pista dovrebbe rimanere asciutta.

Nonostante i loro problemi, la Mercedes è ancora più veloce con Lewis Hamilton che partirà in pole, davanti a Nico Rosberg. Sebastian Vettel è terzo per la Ferrari e condivide la seconda fila con la Williams di Felipe Massa. In terza fila troviamo la Force India di Nico Hulkenberg, fresco vincitore a Le Mans, e Valtteri Bottas sull’altra Williams. Considerando le varie penalità inflitte a diversi piloti, sarà poi la Sauber di Felipe Nasr a partire al fianco di Max domani.