Max Verstappen

“Il weekend del GP d’Australia dello scorso anno fu speciale per me, ero così eccitato all’idea di prendere parte alla mia prima gara di Formula 1! Una delle sezioni più belle della pista, secondo me, è la curva 1: arrivi piuttosto veloce – o almeno questa è stata la mia sensazione, dato che l’anno scorso era tutto nuovo per me!- e devi frenare in una zona sconnessa. Ricordo che fare correttamente quella staccata era un po’ difficile. Un’altra cosa che ricordo bene è che a metà giro, arrivando alla curva 10, vedi un sacco di appassionati seduti sul prato e, nello stesso punto, puoi scorgere una bellissima veduta della città. L’ultimo tratto della pista ha una bella combinazione di curve, anche se di quel punto non conservo un buon ricordo, dato che lì è dove mi sono dovuto ritirare… stare in zona punti nella tua prima gara in F1 ed essere poi costretto al ritiro è sempre una cosa difficile da digerire! Nel complesso, comunque, quella di Melbourne è una pista divertente e non vedo l’ora di tornarci!”.

Carlos Sainz

“Dell’Australia ho ottimi ricordi, probabilmente tra i migliori del 2015: lì ho ottenuto un ottavo posto nella mia prima sessione di qualifiche in F1 e ho anche segnato punti nella mia gara d’esordio. Prepararmi nuovamente per questa gara non può che rendermi felice! Ho scoperto questa pista per la prima volta lo scorso anno e posso dire che mi è piaciuta molto. Ricordo che in corrispondenza della prima curva c’è un asfalto piuttosto irregolare ed è facile bloccare le ruote anteriori. La seconda zona DRS è impegnativa, perché apri l’ala proprio all’uscita della seconda curva. Ma il punto in cui si deve fare molta attenzione è l’entrata della curva 6, dove è piuttosto facile mettere una ruota sull’erba! Per fare il tempo, si deve passare vicinissimi al muro nelle curve 9 e 10 e per certi versi mi ricorda un po’ Monaco. La mia parte preferita del tracciato è quella più veloce, nel tratto delle curve 11 e 12 che si affrontano in sesta marcia. L’ultimo settore ha un bel mix di curve che mi piacciono molto, anche se le ultime due sono le più difficili – soprattutto la 16 – dove devi proprio lottare con lo sterzo per uscire bene. Sicuramente lo scorso anno mi sono divertito tanto e spero di poter dire la stessa cosa anche in questa occasione!”.

STR OLYM-PICKnMIX GAMES: Memory Type