Carlos Sainz (Car 55)

“Questa pista regala in genere belle gare, ricordo che l’anno scorso è stao uno dei momenti clou della stagione. Correre in notturna con una vettura di Formula 1 sarà senza dubbio una sfida interessante, qualcosa di diverso, anche se io ho già gareggiato con la GP3 in notturna ad Abu Dhabi. La pista di Sakhir ha lunghi rettilinei che creano molte opportunità di sorpasso. Poi c’è un difficile settore centrale, caratterizzato da alcune curve ad alta velocità, seguito da un punto di frenata molto impegnativo alla curva 10, dove è molto facile bloccare le ruote anteriori. Non sono mai stato in Bahrain finora, quindi non so cosa aspettarmi da questo paese”.

Max Verstappen (Car 33)

“Sono già stato in Bahrain e ho anche gareggiato sulla pista di go-kart che sorge vicino al circuito di Formula 1. Ma la mia unica esperienza “reale” sul tracciato dove correremo questo weekend consiste in un solo giro in bicicletta! La gara si svolgerà in parte in notturna e sono sicuro che sarà un’esperienza interessante per me, ma non sarà completamente una novità, perché ho già corso di sera in go-kart. Quello che mi piace di più delle corse in notturna è la temperatura della pista che si abbassa e, quindi, diventa anche più veloce e questo è sempre un bene!”.