Stavolta quindi è stato il mondo di F1 Esports a venire in aiuto alla Formula 1 reale, grazie a una piattaforma ormai molto rodata e conosciuta, che permette ai piloti virtuali di correre da casa propria, tutti collegati simultaneamente, utilizzando le proprie postazioni da sim racer e il videogioco ufficiale F1 2019. Uno scenario che si sposa perfettamente con le restrizioni che al momento impongono a tutta la popolazione mondiale di rimanere in casa!

La prima tappa è stata ieri sera, con il Gran Premio del Bahrain. Una griglia volutamente eterogenea, che ha visto piloti reali di Formula 1 del presente, come Lando Norris e Nicholas Latifi, e del passato più o meno recente, come Nico Hulkenberg, Stoffel Vandoorne, Esteban Gutierrez o Johnny Herbert sfidarsi con giovanissimi piloti delle academy ufficiali e con altre personalità del mondo dello sport e del web.

Vi chiederete come mai i dieci team di F1 non abbiano schierato i propri piloti Esports ufficiali… Beh, perché in questa prima gara si è voluto dare vita a una griglia fatta di talenti provenienti da mondi diversi, così da aggiungere spettacolo e imprevedibilità alla corsa e da raggiungere un pubblico vasto ed eterogeneo.

Noi abbiamo dato i nostri sedili al canadese Matthew “Sadokist” Trivett e all’italiano, l’unico in griglia, Luca Salvadori. Il primo è noto nel mondo Esports come influencer, presentatore e commentatore con la passione per il motorsport. Stessa passione per il milanese, Luca Salvadori, che ha alle spalle un’attività da pilota professionista, soprattutto sulle due ruote. Matthew e Luca hanno provato l’ebrezza di un vero weekend di gara, tra lunghe sessioni di pratica ai loro simulatori, insieme ai loro follower in diretta sui rispettivi canali Twitch, qualifiche, gara… non si sono fatti mancare niente: neanche un piccolo contatto fra compagni di squadra a pochi giri dal via!

Capita nel mondo reale e quindi anche in quello virtuale… solo che in questo caso non è costato nulla al nostro team in termini di costi, lavori di riparazione e mal di testa al pit wall!

Ma la priorità della gara di ieri sera era lo spettacolo e il divertimento e possiamo dire che non sono mancati affatto! Dopo una breve qualifica, Luca ha staccato un ottimo sesto tempo mentre Sadokist partiva nono. La gara si è corsa su una distanza pari al 25% del GP reale, quindi 14 giri. Gli aiuti alla guida, visto che non avevamo sim racer professionisti in griglia, erano consentiti e i danni ridotti al minimo. ABS e traction control erano opzionali, mentre i set-up delle monoposto erano tutti identici, quindi identiche erano anche le prestazioni.

2020 Bahrain Virtual Grand Prix results with Scuderia AlphaTauri

I nostri amici di Red Bull Racing partivano in pole position, col pilota austriaco Philipp Eng, tallonato da subito da Herbert su Alfa Romeo e da Zhou su Renault. Luca e Matthew sono partiti benissimo, portandosi dopo poco rispettivamente in P4 e P5. Poi hanno appunto ceduto qualche posizione, ma hanno recuperato in fretta.

Costanza e un ottimo passo per entrambi: hanno battagliato con piloti del calibro di Latifi e Vandoorne. Al termine dei 14 giri, Luca ha tagliato il traguardo in P7 e Sadokist in P12. In testa, dopo una battaglia molto serrata, l’ha spuntata il cinese dell’Academy Renault e pilota di F2, Guanyu Zhou seguito da Vandoorne (Mercedes) e Eng (Red Bull Racing). Non venivano assegnati punti, ma non per questo l’attesa sarà minore per il prossimo appuntamento, fra due settimane, quando si correrà l’Australian Virtual GP!

Ecco le dichiarazioni dei nostri “piloti per una notte” e il video dell’intera gara, per riviverne tutte le emozioni!

 

2020 Bahrain Virtual Grand Prix with Luca Salvadori from Scuderia AlphaTauri

 

Luca Salvadori
Gara: Pos. 7

Gara pazzesca, è stato veramente un evento stupendo! La qualifica è andata bene, anche se un po’ di emozione mi ha tolto quei due o tre decimi che sicuramente mi avrebbero consentito di partire un paio di posizioni più avanti. Al via ho optato per una partenza conservativa, sono rimasto all’interno per evitare l’ingorgo alla prima curva. Purtroppo, dopo qualche giro, sono stato toccato dal mio compagno di squadra e ho perso qualche posizione.

Avevo un buon passo e ho recuperato terreno, ho lottato per metà gara con Latifi e alla fine ho chiuso settimo. Non posso che essere contento per questa mia esperienza, il mio obiettivo era la Top 10, ringrazio Scuderia AlphaTauri, Red Bull Italia e Formula 1 per l’occasione e spero ci siano altre occasioni per fare ancora meglio. In un momento così difficile, soprattutto per l’Italia, è bello poter dare il proprio contributo nell’offrire a tutti gli appassionati un po’ di intrattenimento”

 

2020 Bahrain Virtual Grand Prix with Matthew Sadokist Trivett from Scuderia AlphaTauri

Matthew “Sadokist” Trivett
Gara: Pos. 12

“La gara di ieri sera è stata davvero incredibile, sono felice di aver partecipato. Poter strappare un sorriso a tutti gli appassionati isolati in casa, in un momento così difficile per il mondo intero, è stato certamente qualcosa di speciale. Ho vissuto una bella esperienza, anche se la gara non è andata secondo i nostri piani.

Sfortunatamente, ho tamponato Luca che aveva un passo incredibile, poi sono stato spinto fuori da Johnny Herbert: tutto ciò ha vanificato la nostra strategia. Ma credo che, con un po’ più di allenamento, sia io che Luca potevamo puntare alla Top 5. Un enorme ringraziamento va alla Formula 1 e alla Scuderia AlphaTauri per averci dato l’occasione di correre. È stata un’esperienza fantastica”.