Circuit de Barcelona – Catalunya
Pilota: Pierre Gasly – Vettura: STR13-02
Miglior Tempo: 1:21.318 – Giri: 82

Pierre Gasly (Car 10):

“Le condizioni di oggi erano davvero difficili, quindi non abbiamo girato quanto avremmo potuto. Questo pomeriggio, per la prima volta, ho guidato una monoposto di Formula 1 in ‘condizioni di neve’, è stato epico! Dal punto di vista del lavoro in pista, abbiamo fatto buoni giri e compreso maggiormente vettura e motore. Abbiamo fatto alcune prove interessanti, quindi nel complesso sono soddisfatto. La prima sensazione è positiva, mi sento a mio agio con la vettura. È costante da una curva all’altra, tra pieghe a bassa, media e alte velocità. Ho ancora tanto lavoro da fare e penso che abbiamo a disposizione alcune buone indicazioni nel complesso. Non abbiamo svolto alcuna simulazione di qualifica o giro veloce, perché il nostro obiettivo, che abbiamo raggiunto, era fare tanti giri, anche se abbiamo cambiato un po’ i piani a causa del meteo. Questa mattina siamo partiti molto tardi, ma penso che – nel complesso – abbiamo massimizzato il nostro tempo in pista e fatto il meglio che potevamo in quelle condizioni”.

James Key (Technical Director):

“Oggi è stato il primo giorno di Pierre in macchina. Esattamente come ieri, c’era troppo freddo e, purtroppo, con il passare della giornata, abbiamo perso un po’ di tempo proprio per via delle bassissime temperature e il poco grip dell’asfalto. Alla fine siamo tutti nelle stesse condizioni, ma è comunque frustrante. Pierre ha fatto un ottimo lavoro nel momento in cui è sceso in pista: ha iniziato gradualmente per avere un’idea della vettura, delle condizioni della pista e del warm up delle gomme che, lo sappiamo, non è facile da giudicare a queste temperature. Una volta maturata una certa sicurezza e comprensione della vettura e sul modo di lavorare delle gomme ha poi impostato il resto della giornata. Considerando quanto poco abbiamo girato nel pomeriggio, Pierre ha coperto un buon numero di giri. Abbiamo avuto solo un ritardo nel pomeriggio a causa di un piccolo problema relativo al telaio: niente di speciale, ma ci è voluto del tempo per valutare; la power unit ha funzionato ancora una volta senza intoppi per l’intera giornata. Siamo riusciti a gestire alcuni degli elementi più importanti del nostro programma di prove e sicuramente abbiamo compreso qualcosa in più sul comportamento della vettura, raccogliendo alcuni spunti interessanti sulle future direzioni da seguire e sulle possibili analisi per il prosieguo di questo test e quello della prossima settimana. Detto ciò, la priorità resta ancora quella di fare tanti chilometri e non stiamo guardando molto al livello di prestazione per il momento, lavoreremo sull’affinare i dettagli la prossima settimana”

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):

“Dopo la lieve nevicata della scorsa notte, le temperature erano molto basse per il secondo giorno di test, rendendo la pista davvero insidiosa. Tuttavia, siamo riusciti a completare un buon numero di giri, continuando a seguire il nostro programma di prove. Mentre il team ha lavorato sull’assetto e ha raccolto anche delle informazioni aerodinamiche di base, noi abbiamo continuato i test funzionali sul motore che avevamo cominciato ieri. Pierre ha fatto un ottimo lavoro nella sua prima giornata di prove, tenendosi lontano dai guai sulla pista scivolosa. Chiaramente, il freddo non rappresenta una condizione ideale in cui girare, ma effettuare 82 giri senza problemi è un buon modo per mantenere lo slancio positivo di ieri e vogliamo continuare su questa strada per i prossimi due giorni”