Sean Gelael (Car 38):
“È bello tornare a guidare con la Toro Rosso, un gran bel gruppo di ragazzi e una bella macchina, ovviamente! Ho notato subito la differenza tra la vettura dello scorso anno e la STR13, c’è molta più aderenza! Oggi abbiamo avuto dei problemi, è stata una giornata un po’ sfortunata, ma ho imparato tanto e la squadra ha ancora molti dati importanti da analizzare. Peccato non essere riusciti a fare più giri, ma queste sono le corse: speriamo che domani sia una giornata più produttiva”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):
“Abbiamo iniziato questo test con un programma molto esteso ed estremamente impegnativo, con tanti elementi da provare per migliorare la nostra comprensione della vettura e far crescere le prestazioni. Oggi abbiamo avuto Sean Gelael al volante, a cui abbiamo dato il benvenuto per la sua prima volta a bordo della STR13. La mattinata è iniziata bene e abbiamo lavorato su delle mappature aerodinamiche, sulla comprensione delle gomme e sull’assetto. Sfortunatamente, in tarda mattinata abbiamo avuto un guasto a un radiatore che ha causato una perdita d’olio cospicua e, in via precauzionale, abbiamo deciso di cambiare la power unit. I meccanici hanno fatto un ottimo lavoro per cambiare tutto e rimandare la vettura in pista. Avendo programmato di fare dei giri veloci nel pomeriggio, Sean non ha potuto segnare un tempo rappresentativo. Siamo tornati in pista a 20 minuti dalla fine, abbiamo fatto un giro d’installazione prima che la bandiera rossa interrompesse il nostro run, limitandolo così a due soli giri. È stato piuttosto deludente perdere metà giornata per un problema così banale con un radiatore. Dal momento che non abbiamo svolto tutto il lavoro programmato per oggi, dovremo rivedere i nostri piani stasera e decidere a quali elementi dare la priorità domani”.

Masamitsu Motohashi (Honda F1 Deputy Technical Director):
“Il nostro programma per questi due giorni di prove sono orientati nella valutazione di alcune nuove idee riguardo la power unit. Sfortunatamente, oggi abbiamo girato poco perché abbiamo dovuto sostituire la PU. Si è trattato di una scelta precauzionale, in quanto ritenevamo che un problema con il telaio potesse aver creato dei danni ad alcuni elementi della PU. Tuttavia, abbiamo ottenuto alcuni dati utili dai 50 giri completati. I meccanici della Toro Rosso e della Honda hanno fatto un ottimo lavoro per permettere a Sean di tornare in pista verso la fine della sessione. Questo ci ha consentito di verificare che tutto funzioni regolarmente per domani, per quella speriamo sia una giornata più produttiva”.