Cosa vi aspettate dal prossimo weekend in Belgio?

MV: “Chiaramente, l’Hungaroring è stata una buona pista per noi, sia per quanto riguarda le performance che per i punti raccolti. Il circuito di Spa sarà molto più difficile, in quanto non si adatta molto bene alla nostra macchina, ma lavoreremo sodo per raggiungere il miglior risultato possibile. La quarta posizione conquistata in Ungheria sicuramente ci dà una carica in più!

CS: “Sì, si sente come tutti in squadra siano motivati per continuare a spingere. Dopo l’Ungheria, siamo un passo più vicini al nostro obiettivo di finire il campionato al quinto posto. Stiamo tutti lavorando al massimo e questo è un buon segno! Ci servirà una gara come quella avuta in Ungheria per essere competitivi a Spa. Beh, ehi, forse non proprio uguale al 100%… [Sorride ironicamente]. Sappiamo che potremmo essere forti nel secondo settore se potessimo sfruttare tutto il carico aerodinamico che è in grado di generare la vettura, ma il problema è che i rettilinei del primo e terzo settore sono particolarmente lunghi, quindi dovremmo togliere carico dalle ali per essere veloci. Quindi… speriamo in un po’ di pioggia, questo è sicuro!”.

MV: “Sì, cominciamo già da ora a fare la danza della pioggia!”

CS: “Esattamente! [Ridono entrambi mentre ognuno accenna alla propria personale danza]. Sarebbe bello se la pioggia ci desse una mano… Comunque, faremo del nostro meglio per trarre il massimo dalla vettura in tutte le condizioni meteo e cercare di ripetere ciò che abbiamo fatto in Canada; quello è stato un buon weekend, sebbene non avessimo un pacchetto competitivo”.

Parliamo del tracciato, perché è uno dei posti dove entrambi avete avuto davvero successo…

MV: “Sì! Ho corso qui lo scorso anno, durante la mia stagione in F3, e ho vinto tutte e tre le gare di quel fine settimana, è stato grandioso!”.

CS: “Anche io ho vissuto qualcosa di simile: nella World Series Renault, lo scorso anno a Spa, ho vinto alla grande entrambe le gare, avvicinandomi alla vittoria in campionato e consolidando la mia posizione nel Red Bull Junior Team”.

MV: “Allora speriamo di continuare con le nostre buone prestazioni e segnare altri punti a Spa!”.

Avete un grande sorriso stampato sul volto: è davvero una pista che riporta alla mente bei ricordi ad entrambi!

CS: “Sì, sarà emozionante tornare lì! I bei ricordi sicuramente ci daranno un sacco di energia e cercherò di essere competitivo almeno quanto lo sono stato l’anno scorso. Non c’è dubbio che questa sia la mia pista preferita, insieme a Silverstone: mi piace davvero tanto e per diversi motivi… difficile sceglierne uno!”.

MV: “È una pista grandiosa, davvero è unica! Ci sono alcune curve fantastiche e impegnative, come l’Eau Rouge. Il pubblico di casa renderà il tutto ancora più speciale. Non vedo l’ora che arrivi questo fine settimana”.

CS: “Inoltre, il fatto di aver ottenuto buoni risultati in passato lo rende ancora più bello. Mi piace soprattutto la lunga discesa dal tornante fino al Pouhon, il destra-sinistra alla fine del secondo settore… È semplicemente una pista eccezionale”.

A proposito, Max: non ti dimenticare che lo scorso anno, proprio a Spa, arrivò l’annuncio che saresti diventato pilota di F1 per la Toro Rosso nel 2015!

MV: “Oh sì, è vero! Un giorno che non potrò mai dimenticare. Wow, non posso credere che sia già passato un anno! Ho imparato così tanto e così rapidamente, è davvero incredibile come vola il tempo”.

CS: “Eh già, anche io sono un pilota completamente diverso rispetto a quello che ero prima dell’Australia e siamo solo a metà stagione. Ora guardiamo alla seconda parte del Mondiale… a tutto gas!”.