Tuttavia, tenendo conto della situazione relativa al Coronavirus – ora classificato come pandemia – la decisione di annullare l’evento presa dalla FIA, dalla Formula 1 e dall’Australian Grand Prix Corporation è quella giusta. La salute e la sicurezza delle persone deve essere la nostra priorità principale. E come team con sede in Italia, siamo anche consapevoli del peggioramento della situazione in Europa, ed è preoccupante per tutto il nostro personale.

La Formula 1 si riprenderà e ci affidiamo alla governance e sul detentore dei diritti commerciali per monitorare la situazione e guidare di conseguenza tutti i team di F1.