RED BULL RING

RED BULL RING

Quello che una volta era l’A1-Ring, oggi è il Red Bull Ring. Oltre la metà di questo territorio è formato da montagne, boschi e foreste: un vero inno alla natura che ospita il Gran Premio d’Austria di Formula 1. Il circuito di Spielberg misura 4,3 chilometri e i team dovranno lavorare sodo per trovare il giusto equilibrio nel set-up.

Caratteristiche del Red Bull Ring in Austria

Generalmente, qui le monoposto vengono settate con un carico aerodinamico medio-alto. Il motore è molto sollecitato, poiché il Red Bull Ring si trova a 677 metri sul livello del mare e, dunque, l’aria è più rarefatta.

Questo influisce anche sul raffreddamento dei freni: ci sono quattro staccate violente e poco spazio tra una curva e l’altra per raffreddare a dovere l’impianto, dunque tenere alla giusta temperatura dischi e pinze freno è fondamentale per evitare brutte sorprese.

La curva più impegnativa di tutto il circuito di Spielberg è la seconda: si arriva a circa 305 km/h e si deve decelerare fino a 67 km/h in appena 125 metri… o in 2,8 secondi, se preferite. L’incognita più grande resta il meteo: al Red Bull Ring, in Austria, non è raro veder cambiare repentinamente le condizioni… essere reattivi con le strategie è fondamentale!

Il circuito austriaco è stato terra di conquista della Mercedes, che ha vinto 4 edizioni, mentre Mika Hakkinen, Michael Schumacher, Nico Rosberg e Max Verstappen sono accumunati dall’aver vinto per ben due volte a Spielberg.

Statistiche del circuito
PRIMO GRAN PREMIO1970
NUMERO DI GIRI71
LUNGHEZZA CIRCUITO306.452 KM
DISTANZA DI GARA4.318 KM
GIRO RECORD1:06.957 – Kimi Räikkönen (2018)