SUZUKA

SUZUKA

Il circuito di Suzuka è uno di quelli vecchio stile che piace praticamente a tutti, agli appassionati così come ai piloti e agli addetti ai lavori. Il Gran Premio del Giappone rappresenta una tappa importante della stagione di Formula 1, soprattutto per i nostri partner motoristi della Honda: il circuito di Suzuka, infatti, gli appartiene ed è stato costruito all’interno di un parco giochi che ospita il circus della F1 fin dal 1987.

Michael Schumacher detiene il record di vittorie sulla pista di Suzuka, con 6 successi in tutto. Il record della pista appartiene invece a Kimi Raikkonen, segnato nel 2005.

Caratteristiche del Circuito di Suzuka

La pista di Suzuka è un mix di curve lente – come l’Hairpin – e pieghe velocissime come la 130R. Il layout della pista si compone di 18 curve, dieci a destra e otto a sinistra, ed è lunga 5,8 chilometri. Questo è l’unico tracciato ad avere una forma a otto: una caratteristica unica nel suo genere.

Per la natura del tracciato, il sistema di recupero d’energia sulla pista di Suzuka sarà particolarmente importante: qui i sistemi ibridi garantiscono una potenza elevata, quantificabile, nelle simulazioni, in circa 3 secondi al giro. Insomma, tutto deve funzionare alla perfezione se non si vuole rimanere indietro!

Ogni gara sul circuito di Suzuka è impegnativa e mai prevedibile: la power unit è particolarmente importante e gira al massimo regime per circa il 65% del giro. Inoltre, sul grande rettilineo di 1,2 chilometri, si va a tutto gas per quasi 15 secondi di fila… Potenza e trazione saranno le parole chiave per il Gran Premio del Giappone.

Statistiche del circuito
PRIMO GRAN PREMIO1987
NUMERO DI GIRI53
LUNGHEZZA CIRCUITO5.807 KM
DISTANZA DI GARA307.471 KM
GIRO RECORD1:30.983 – Lewis Hamilton (2019)