Con i 10 punti di oggi, più i 2 conquistati a Melbourne, ci poniamo in quinta posizione nella classifica costruttori, due punti dietro alla Sauber. Il quinto posto è il nostro obiettivo per la stagione ed è proprio il posto che occupiamo dopo due gare in campionato. Per ora possiamo goderci questo buon avvio della nostra stagione 2015.

Carlos ha avuto una grande partenza ed è passato dalla quindicesima posizione in griglia fino all’undicesima, al termine del primo giro. Max ha perso alcune posizioni al via dopo essere partito con le gomme medie ma, quando si è reso necessario l’ingresso della Safety Car al giro 4, è rientrato ai box e le ha sostituite con le dure. L’olandese si è trovato subito meglio con le gomme Prime e da quel momento in poi ha fatto una grande gara, correndo con una più convenzionale strategia a tre soste, effettuando le successive due fermate al ventesimo e quarantesimo giro. Carlos invece ha allungato il suo stint, rimanendo in pista fino al giro 14, quando si trovava in sesta posizione, dopo aver toccato anche il quarto posto sfruttando le soste ai box degli avversari. Da lì in avanti avrebbe fatto solo un altro pit-stop per montare gomme fresche, una tattica che aveva in comune con un solo altro pilota: il vincitore della gara, Sebastian Vettel. L’ultima sosta ai box di Carlos è arrivata al giro 32, dopo la quale ha affrontato i restanti 24 giri prima di vedere la bandiera a scacchi. Una strategia a due soste nel caldo della Malesia è un bel risultato che dimostra come Carlos abbia tenuto una condotta di gara veramente matura, gestendo bene le gomme, come del resto ha fatto il suo compagno di squadra.

La parte più significativa del nostro grande risultato di oggi è stata rimarcata anche dal Team Principal Franz Tost, che ha voluto evidenziare come abbiamo tagliato il traguardo dietro i tre Top Team: Ferrari, Mercedes e Williams. E sì, il nome Ferrari viene prima degli altri, perché Sebastian Vettel ha conquistato una vittoria sensazionale per il Cavallino Rampante nel suo secondo Gran Premio con la squadra. È stata una giornata emozionante per il quattro volte Campione del Mondo, visto che sul podio ascoltava gli inni nazionali tedesco e italiano per la prima volta da… quando vinse il Gran Premio d’Italia con noi nel 2008.