Migliaia e migliaia di voti hanno così contribuito a creare un tracciato incredibile, mitico, da sogno… il vostro “Track Of My Dreams” appunto. Curve ad ampio raggio o strette, lunghe o corte, veloci o lente… avete votato e sognato. Oggi, è il momento di scoprire cosa ne è venuto fuori!

1) Australia: Lungolago tra le curve 10 e 11
2) Bahrain: doppia curva 9-10
3) Cina: la sequenza infinita 1-2-3-4
4) Russia: il veloce tratto 2-3-4
5) Spagna: chicane subito dopo il rettilineo dei box, 1-2
6) Monaco: il tunnel
7) Canada: curve 13-14, il Wall of Champions
8) Azerbaijian: curve 7-12 (le mura medievali)
9) Austria: curve 5-6-7 (attorno al Toro)
10) Gran Bretagna: curve 6-7-8 (Brooklands, Luffield, Woodcote)
11) Ungheria: curve 4-5
12) Germania: il rettilineo “curvo” 4-5-6
13) Belgio: curve 2-3-4 (Eau Rouge)
14) Italia: curve 8-9-10 (variante Ascari)
15) Singapore: curve 10-11-12
16) Malesia: curve 5-6
17) Giappone: curve 3-4-5-6
18) USA: curve 3-4-5-6
19) Messico: curve 12-13-14-15
20) Brasile: curve 1-2 (la S Senna)
21) Abu Dhabi: curve 1-2-3-4

Eccolo! Con #TrackOfMyDreams avete dato vita ad un circuito spettacolare. Come potete vedere abbiamo messo insieme i tratti che hanno vinto i sondaggi di ogni weekend, rispettandone l’ordine in calendario. Dal Lungolago di Melbourne, passando per il tunnel di Monaco, fino alla chicane delle mura medievali del circuito di Baku o alle famose Eau Rouge o variante Ascari… c’è proprio il meglio dei 21 tracciati del calendario 2016. Abbiamo calcolato che il circuito – tenendo conto anche dei necessari raccordi – sarebbe lungo circa 16 chilometri. Quindi, per coprire un’intera distanza di gara, servirebbero all’incirca 20 giri. Eh sì, sappiamo già che state pensando di paragonarlo al leggendario Nürburgring Nordschleife!

Se volete dirci cosa ne pensate, vi basta venirci a trovare sui nostri canali ufficiali, su facebook o twitter. Ma prima, ecco l’opinione di Daniil Kvyat: