Dopo il successo della Virtual GP Series, che ci ha tenuto compagnia durante il lungo shutdown prima dell’inizio del Mondiale di Formula 1 reale, toneranno presto le gare virtuali, con i migliori sim racer al mondo che si daranno battaglia nella F1 Esports Pro Series 2020 per conquistare il titolo di campione del mondo. Questa quarta edizione ha già registrato numeri record: sono stati, infatti, ben 237 mila i giocatori che da ogni parte del mondo hanno provato a qualificarsi sulla piattaforma F1 2019 di Codemasters per arrivare al Pro Draft. L’evento ha consentito ai dieci team che prendono parte al campionato di scegliere almeno un pilota da aggiungere alla propria formazione di piloti per disputare la Pro Series 2020.

Noi abbiamo scelto, proprio come nel 2019, l’italiano Manuel Biancolilla, di Priolo Gargallo (Siracusa), che raggiunge così i suoi compagni di squadra alla Scuderia AlphaTauri Esports: il confermato Patrik Holzmann (Germania) e il nuovo arrivo Joni Törmälä, il finlandese che lo scorso anno ha contribuito alla vittoria del titolo costruttori di Red Bull Racing Esports. È questo il nostro roster di 3 piloti ufficiali, con i quali affronteremo i 12 Gran Premi in programma.
Calendario F1 Esports 2020 della Scuderia AlphaTauri
In seguito alla situazione sanitaria globale, anche la F1 Esports Pro Series si svolgerà interamente da remoto sul nuovo videogame F1 2020 di Codemaster, con i piloti che prenderanno parte alle gare direttamente da casa o dalle factory dei rispettivi team, al fine di garantire la sicurezza di tutti. I Gran Premi si svolgeranno da ottobre a dicembre: quattro eventi da tre gare ciascuno, su un’inedita distanza del 35% rispetto a quella reale.

 

Patrik Holzmann:

“Sono entusiasta all’idea di iniziare questa nuova stagione di F1 Esports 2020! In squadra con Joni e Manuel, avremo sicuramente modo di ottenere dei buoni risultati. Lavoriamo tutti duramente per raggiungere il successo. Sarà un’esperienza diverse rispetto agli altri anni, poiché correremo da casa, per via della situazione mondiale, sarà interessante vedere se e come questo influirà sui valori in pista. Insieme a Red Bull Racing Esports, corro anche nella massima categoria a ruote coperte di iRacing. Guidare al massimo livello contemporaneamente in due serie diverse è molto difficile, ma spero di fare del mio meglio grazie all’esperienza che ho raccolto nel corso degli anni in F1 Esports”.

 

Joni Törmälä:

“Sono davvero felice di prendere parte alla stagione 2020 con la Scuderia AlphaTauri Esports Team, insieme a Patrick e Manuel diamo vita a una squadra piuttosto forte e potremo puntare a fare dei bei punti durante la stagione. La mia esperienza di tre anni con la Red Bull Racing Esports è stata fantastica e anche se alla fine facciamo tutti parte della stessa grande famiglia, come professionista cerco sempre di ottenere il massimo dei risultati per il team con cui corro. Spero che la mia lunga esperienza nel sim racing possa contribuire a riportare il team più in alto sulla griglia. Durante questo periodo mi sono allenato correndo la GT Pro Series in rFactor 2 e, insieme a Red bull Racing Esports, prenderò parte al campionato V10R su Assetto Corsa e, ovviamente, passerò molte ore su F1 2020”.

 

Manuel Biancolilla:

“È davvero bello ed è un onore tornare a far parte di questa famiglia. Già in occasione della F1 Esports Pro Series dello scorso anno, ho avuto la possibilità di conoscere Patrik e Joni ed è stato un piacere lavorare con due piloti esperti come loro. Nel 2020, spero di ottenere risultati migliori rispetto a quelli del 2019: ho già un miglior feeling con il videogioco, F1 2020 di Codemasters, e l’esperienza accumulata l’anno scorso sarà certamente utile. Per quanto riguarda la mia attivitá di Sim Racing in generale, quest’anno, ho partecipato a molti piú eventi. Tra i risultati più prestigiosi c’è sicuramente il secondo posto nella categoria GTE della 24 ore di Le Mans Virtuale, che ha visto correre anche Pierre Gasly nella categoria LMP. Ho anche preso parte ad alcune esibizioni Pro all’interno della F1 Virtual GP Series, che ha tenuto compagnia agli appassionati duranti i mesi senza gare reali di Formula 1.”