Costanti le prestazioni del nostro sim racer finlandese, Joni Törmälä che vede interrompersi la sua striscia positiva di 5 gare consecutive a punti solo al Round 6, in Austria. Mentre l’italiano, Manuel Biancolilla riesce finalmente a dimostrare la sua velocità in Canada, con una bella P6, miglior piazzamento della sua carriera in F1 Esports.

Round 4: Olanda (25 giri)
Joni Törmälä: 4° pos.  – Manuel Biancolilla: Ritirato
Tra i saliscendi di Zandvoort va in scena la quarta prova stagionale della F1 Esports Series: il Gran Premio d’Olanda. Joni Törmälä parte bene dalla settima posizione e riesce a liberarsi di due avversari già nel corso del primo giro, passando quinto sul traguardo. Nel corso della sesta tornata rientra ai box per il cambio gomme e passa dalle soft alle medie. Rientra in pista nel traffico, ma si fa presto largo. Nel momento in cui i suoi avversari effettuano la sosta obbligatoria, Joni risale nuovamente la classifica e grazie a un ottimo ritmo recupera un’ulteriore posizione, salendo al quarto posto. Tiene il passo dei primi tre, che si danno battaglia fino alla fine. Chiude quarto, dietro a Rasmussen (Red Bull Racing), Opmeer (Alfa Romeo) e Kiefer (Red Bull Racing). Sfortunato Manuel Biancolilla: partito diciannovesimo, si è ritirato poi nel corso del quinto giro.

 

Round 2: Canada (25 giri)
Manuel Biancolilla: 6° pos. – Joni Törmälä: 10° pos.
Sul circuito di Montréal, Manuel Biancolilla riscatta la sfortunata prestazione olandese con una bella qualifica e porta la sua AlphaTauri AT01 al terzo posto sulla griglia di partenza. Un po’ più in difficoltà Joni Törmälä, che parte dall’undicesima posizione. Allo spegnimento dei semafori, Biancolilla scatta bene ma viene subito attaccato e superato dalla Red Bull di Rasmussen, che guadagna l’interno di curva 2. Manuel si deve difendere poco dopo anche da Kiefer e Bereznay, che riescono a superarlo, facendolo scivolare al sesto posto. Una posizione che Biancolilla tiene fino alla fine della gara, lasciandola solo temporaneamente durante la sosta ai box. Gara un po’ più complicata per Joni Törmälä, che dopo il pit-stop all’ottavo giro riesce a risalire fino al sesto posto, per poi cedere il passo ai piloti con gomme morbide nuove, che avevano chiaramente un ritmo migliore del suo. Törmälä taglia il traguardo in decima posizione e così, per la prima volta in questa stagione, entrambi i piloti della Scuderia AlphaTauri Esports chiudono insieme in zona punti. Sul podio salgono, nell’ordine: Opmeer (Alfa Romeo), Rasmussen (Red Bull Racing) e Kiefer (Red Bull Racing).


Round 3: Austria (25 giri)
Joni Törmälä: 19° pos. – Manuel Biancolilla: 20° pos.
L’unica nota positiva di quella che per la Red Bull Family è la gara di casa è per la Scuderia AlphaTauri Esports il Fastest Lap di Joni Törmälä. Per il resto, va tutto storto ai nostri due piloti. Complicate le Qualifiche: Manuel Biancolilla P15 e Joni Törmälä P17. Partire dalle retrovie è sempre un rischio nel mondo virtuale della F1 Esports, perché in una griglia dove pochi decimi possono significare essere col gruppo di testa o in fondo allo schieramento, anche un piccolo contatto nel traffico della partenza può compromettere l’intera gara. E purtroppo così è stato per Joni Törmälä e Manuel Biancolilla: i danni subiti dai rispettivi corpo a corpo con gli avversari li hanno relegati nelle retrovie per tutto il GP. In testa, il podio se lo giocano gli stessi tre piloti delle gare precedenti, cambia solo l’ordine di arrivo: Kiefer (Red Bull Racing), Rasmussen (Red Bull Racing), Opmeer (Alfa Romeo).

 

 


Joni Törmälä:

Olanda:
“Le qualifiche sono andate piuttosto bene. In Q1 ho fatto solo un giro, risparmiando le gomme per le fasi successive. In Q2 sono stato il più veloce, mentre in Q3 sono rimasto un po’ deluso dalla settima posizione. Dopo la partenza ho fatto dei sorpassi cruciali e dopo i pit-stop sono risalito in quarta posizione, in scia a un trenino di vetture in zona DRS. Non è stata una gara molto movimentata, ma sono ragionevolmente felice per il quarto posto e i 12 punti raccolti per la squadra”

Canada:
“In Canada ho faticato parecchio per via dei track limits davvero severi e io ho dovuto essere molto aggressivo per fare un buon tempo sul giro e mi sono qualificato undicesimo. È stata una gara normale e mi sono piazzato decimo: posso essere contento di aver chiuso in zona punti per cinque gare di fila ed è bello che il mio compagno di squadra abbia tagliato il traguardo in P6.”

Austria:
“In Q1 continuavo a farmi invalidare tutti i miei tempi sul giro per via dei track limits e mi è rimasto un solo run che è stato sufficiente per qualificarmi in P17: per la prima volta, sono stato eliminato in Q1. Così ho optato per una strategia diversa in gara, passando da Medie a Soft, ma ho perso l’ala anteriore in curva 2: un episodio che ha compromesso la mia gara. Mi rimane la consolazione di aver ottenuto il giro più veloce della corsa, ma il diciannovesimo posto finale non era quello che mi aspettavo. La cosa positiva è che siamo ancora quarti nel campionato costruttori e non vedo l’ora che arrivi il prossimo round, tra due settimane”.

 

Manuel Biancolilla:

Olanda:
“Non c’è molto da dire sulla gara in Olanda. Era iniziata bene, avevo avuto un ottimo passo durante l’allenamento, ma non sono riuscito a fare un buon giro in qualifica. Ho fatto una buona partenza in gara, ma c’è stato un incidente al primo giro che mi ha messo dritto contro il muro ed è finita lì”.

Canada:
“Sono molto soddisfatto per come è andata la gara di Montréal, è stata la migliore performance in carriera negli Esport finora. Mi sono qualificato terzo e poi è andato tutto bene. Il mio passo era buono, così come la macchina: chiudere sesto mi ha permesso di conquistare otto punti e salire al dodicesimo posto nella classifica piloti”

Austria:
“Sfortunatamente, ho fatto un brutto run in Q2. Non sono riuscito a mettere insieme un buon giro con le gomme nuove e mi sono dovuto accontentare del 15° posto sulla griglia. Allo spegnimento dei semafori, non sono riuscito a scattare bene e poi ho avuto troppa fretta nel superare la macchina davanti e ho rotto l’ala, quindi alla fine ho chiuso solo ventesimo”.

 

F1 Esports 2020 Event 2 ranking by Scuderia AlphaTauri
F1 Esports 2020 Event 2 ranking by Scuderia AlphaTauri