Oggi non è stata proprio la nostra giornata perché, a parte le sanzioni che riceveranno entrambi i nostri piloti, le qualifiche non sono andate bene. Mentre lo spagnolo è riuscito comodamente ad evitare la tagliola della Q1 e passare oltre, piazzandosi in dodicesima posizione, l’olandese fremeva guardando i suoi meccanici mentre cambiavano il motore sulla sua vettura, appena dopo l’ultima ora di prove libere del mattino. Le PL3 sono iniziate sull’asfalto ancora inumidito dalla pioggia caduta quasi ininterrottamente per tutta la notte, ma la pista si è poi asciugata completamente giusto in tempo per l’inizio delle qualifiche.

Carlos era in tredicesima posizione in Q2 ma, in tutta onestà, per l’intera giornata ci siamo concentrati sul lavoro da fare per la gara di domenica, poiché a causa delle penalità partiremo indietro sulla griglia e le nostre posizioni esatte dipenderanno anche dalle penalità che verranno inflitte ai piloti della Infiniti Red Bull Racing e alla coppia McLaren Honda.

Per la prima volta nella sua giovane carriera in Formula 1, Max non è riuscito a entrare in Q2. In realtà, non ha potuto proprio segnare un tempo, dunque penalizzato ancor prima delle qualifiche. I meccanici hanno fatto del loro meglio per cambiare velocemente il propulsore della sua vettura ma, nonostante gli sforzi eroici, non hanno avuto tempo a sufficienza per far registrare a Max un giro cronometrato.

Purtroppo sembra ci sia anche stato un problema con la carrozzeria e, al momento, stiamo investigando per capire come questo sia potuto accadere. Guardando il bicchiere mezzo pieno, l’unico giro di Max è servito da installation lap e gli ingegneri hanno avuto modo di controllare i sistemi ed essere fiduciosi che la vettura possa essere in buona forma, domani, sulla griglia di partenza.

La zona punti sarà sempre l’obiettivo principale, perché su questa pista è possibile superare e non siamo l’unica squadra ad aver avuto una giornata complicata.

Lewis Hamilton continua la sua marcia trionfale, conquistando l’undicesima pole position dell’anno. Lewis utilizza l’ultima specifica del motore Mercedes, mentre il suo compagno Rosberg è dovuto tornare a quella di Spa e, per questo motivo, il tedesco non è riuscito ad ottenere la prima fila accanto al pilota inglese. Per la gioia dei tanti tifosi italiani, c’è una Ferrari in prima fila, con Kimi Raikkonen davanti a Sebastian Vettel che, di recente, è diventato padre per la seconda volta.

Domani ci attendono 53 giri su questo circuito, ma con le alte velocità la corsa durerà poco… in genere circa 80 minuti. Ma con una griglia di partenza insolita, possiamo aspettarci molte emozioni… e speriamo che la Toro Rosso possa essere una delle protagoniste.