Max Verstappen (STR11-01, Car 33)
Terza sessione di prove libere – Miglior Tempo: 1:26.701, 6° pos., 26 giri
Qualifiche – Miglior Tempo: (Q1) 1:26.934, (Q2) 1:25.615., (Q3) 1:25.434, 5° pos.

Max Verstappen:

“È stata una buona qualifica, soprattutto dopo che nelle FP3 avevo faticato un po’ con la vettura. Siamo riusciti a risolvere tutto e ad ottenere poi il quinto posto qui a Melbourne: oltre ad essere il mio miglior piazzamento in carriera, è un grande risultato per tutta la squadra! Ad essere sincero, sono un po’ sorpreso: pensavo che la Q3 fosse un obiettivo possibile, ma la quinta posizione è qualcosa di più di ciò che ci aspettavamo. Credo che questo nuovo sistema di qualifiche sia piuttosto impegnativo, perché hai un solo vero tentativo a disposizione, ma mi è piaciuto. Durante l’inverno la squadra ha fatto un ottimo lavoro: ora godiamoci il momento e prepariamoci alla gara di domani: non vedo l’ora!”.

Carlos Sainz (STR11-02, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior tempo: 1:26.257, 4° pos, 28 giri
Qualifiche – Miglior tempo: (Q1) 1:27.075, (Q2) 1:25.384, (Q3) 1:25.582, 7° pos.

Carlos Sainz:

“Possiamo essere soddisfatti della nostra prima qualifica della stagione: la quinta e la settima posizione, qui in Australia, rappresentano un ottimo risultato per la squadra! Nonostante non sia riuscito a ripetere in Q3 un giro veloce come quello che avevo fatto in Q2, sono contento della settima posizione: domani sarà un buon punto di partenza per la gara. La vettura sembra andare veramente bene e il duro lavoro che abbiamo fatto durante l’inverno sta iniziando a dare i suoi frutti. Questa per noi è stata una sessione piuttosto frenetica e complicata, ma ci auguriamo che i tifosi abbiano apprezzato il nuovo format. Abbiamo un buon ritmo e il nostro obiettivo, per domani, sarà quello di lottare per segnare quanti più punti possibili. Dobbiamo puntare a stare tra i primi sette: non vedo l’ora di iniziare questa sfida, sarà una gara divertente”.

James Key (Technical Director):

“Oggi ci sono state diverse incognite sotto diversi aspetti. Per prima cosa, finora non eravamo stati in grado di girare in condizioni di asciutto qui, dunque tutte le squadre hanno avuto molto da imparare oggi. In secondo luogo, abbiamo affrontato un nuovo format di qualifiche e, infine, non sapevamo dove eravamo in termini di prestazioni, perché durante i test invernali è difficile valutare. Penso che, nelle prove libere di oggi, abbiamo fatto bene a dedicarci prima all’acquisizione di dati utili per la gara, così come hanno fatto anche altre squadre, perché chiaramente ce ne mancavano molti a causa delle condizioni meteo di ieri. L’altra notizia incoraggiante è che durante le FP3 la monoposto sembrava essere ben bilanciata con le gomme Super-Soft: nonostante Max non fosse felice del bilanciamento della sua vettura in quel momento, Carlos era ragionevolmente soddisfatto e ha realizzato un buon tempo sul giro. Non sapevamo quale fosse il modo migliore per approcciare le qualifiche, ma abbiamo seguito il nostro piano e devo dire che ha funzionato piuttosto bene. Entrambi i piloti hanno fatto ciò che gli avevamo chiesto al loro primo tentativo in Q1. Per precauzione, abbiamo preferito mandare nuovamente in pista Carlos, ma in realtà non ce ne sarebbe stato bisogno. Ciò ha significato per lui affrontare la prima parte della Q2 con un set di gomme usate, ma ha fatto comunque bene. Max, invece, aveva gomme nuove: nel secondo run, entrambi hanno raggiunto tranquillamente la Q3: è stato grandioso, soprattutto considerando che ora solo otto vetture accedono alla fase finale. La quinta posizione di Max è davvero un ottimo risultato, come lo è anche il settimo posto di Carlos, anche se sono un po’ dispiaciuto per lui, perché il suo giro in Q2 era stato estremamente competitivo, sfortunatamente però si è ripetuto in Q3. Credo che la pista fosse un po’ più lenta, ma sappiamo che avremmo potuto essere in terza fila con entrambi i piloti, Carlos meritava di essere lì. Vorrei ringraziare tutta la squadra per il gran lavoro: questo è un risultato meritato, dopo un inverno particolarmente impegnativo!”