Max Verstappen (STR11-01, Car 33)
Terza sessione di prove libere – Miglior Giro: 1:33.778, 15° pos, 20 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:31.888, (Q2) 1:31.772, 10° pos.

Max Verstappen:

“È stata una qualifica abbastanza buona considerando che questo tracciato non è proprio il massimo per noi, quindi essere così vicino alla Q3 è un risultato piuttosto positivo. Naturalmente vuoi sempre chiudere in una posizione migliore, ma dobbiamo essere realistici e cercare di fare una buona gara domani. C’è di buono che potremo scegliere con quali gomme iniziare la corsa, quindi tutto sommato non è stato un cattivo risultato. Durante le sessioni di prove libere di questo fine settimana ci siamo concentrati un po’ di più sulla gara, perché non avevamo molte gomme supersoft rispetto agli altri avversari, dunque non vedo l’ora che arrivi domani. Sarà un Gran Premio duro, ma molto interessante!”.

Carlos Sainz (STR11-02, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior Giro: 1:34.003, 16° pos., 20 giri
Qualifying – Miglior Giro: (Q1) 1:31.716, (Q2) 1:31.816, 11° pos.

Carlos Sainz:

“Credo che abbiamo fatto un buon lavoro durante le qualifiche di oggi, perché sapevamo che con il numero di gomme supersoft a disposizione, entrare in Q3 era difficile. Siamo comunque riusciti a mettere insieme un buon giro, anche se non ne sono proprio soddisfatto, il mio tempo in Q1 era migliore di quello in Q2, ma siamo veloci e penso che abbiamo buone possibilità di andare a punti domani. Abbiamo alcune opzioni interessanti sul fronte pneumatici per la gara, dunque non vedo l’ora!”

James Key (Technical Director):

“Sapevamo che fra le prime quattro gare di quest’anno, quella in Bahrain sarebbe stata la più complicata per noi e, purtroppo, oggi ne abbiamo avuto la prova. Questo è un tracciato start e stop, dove le performance longitudinali giocano un ruolo più importante rispetto a quelle laterali, e noi fatichiamo proprio con le longitudinali. Quindi non sfrutteremo i punti di forza della nostra macchina come invece sarà su altri circuiti. La natura di questa pista diminuisce molto il gap fra i team e così è stato oggi, con tutte le squadre divise da distacchi minimi. Con un solo set a disposizione, purtroppo non abbiamo avuto abbastanza gomme per affrontare al meglio la Q2 – se ne avessimo avuti a sufficienza avremmo potuto portare una macchina, se non addirittura entrambe, in Q3. Ma con questo format di qualifiche devi avere un certo numero di gomme per fare bene, mentre noi avevamo un singolo set per Q2. Detto questo, siamo appena fuori dalla Q3 e avremo libertà di scelta sulle gomme da usare in partenza, domani, e questo ci dà un minimo di vantaggio. Ci sarà del lavoro da fare stasera, ma speriamo di poter avere un passo gara migliore e finire con entrambi piloti a punti”.