Brendon Hartley (STR13-03, Car 28)
Prima sessione di prove libere
Miglior giro: 1:27.745, 18° pos., 16 giri
Seconda sessione di prove libere
Miglior Giro: 1:25.925, 16° pos., 41 giri

“Nelle FP1 di questa mattina abbiamo perso un po’ di tempo, ma poi siamo riusciti a recuperare con una buona seconda sessione. La gestione degli pneumatici sarà un tema importante per tutte le squadre, abbiamo raccolto dei dati interessanti sia nei run lunghi che su quelli più corti. Sembra che siamo a centro gruppo, ma c’è ancora margine di miglioramento prima delle qualifiche di domani”.

 

Pierre Gasly (STR13-04, Car 10)
Prima sessione di prove libere
Miglior giro: 1:26.494, 11° pos., 25 giri
Seconda sessione di prove libere
Miglior giro: 1:25.945, 17° pos., 39 giri

“Il primo venerdì dell’anno… è stato bello poter tornare in macchina e dare il via a questa stagione! Abbiamo provato molte cose utili sia per la qualifica che per la gara, ma non sappiamo ancora come sarà il tempo per domani e domenica, sembra possa piovere. Vedremo come andrà, ma noi abbiamo fatto diversi test e adesso dobbiamo analizzare le cose positive e quelle negative che sono emerse oggi. Penso che domani la lotta a centro gruppo sarà piuttosto serrata, quindi dobbiamo cercare di mettere tutto insieme, perché può davvero fare la differenza sulla griglia di partenza”.

 

 

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):
“Quella di oggi è stata una giornata molto produttiva, ancor di più lo sono state le FP2, siamo riusciti a fare molti giri e completare quanto pianificato. Durante la prima sessione, insieme a Pierre abbiamo coperto gran parte del nostro programma, mentre con Brendon abbiamo avuto qualche problema operativo che ci ha fatto perdere un po’ di tempo. Ovviamente, non è stato l’ideale, dal momento che erano kilometri importanti per lui per imparare la pista, su una macchina nuova e per giunta all’inizio della stagione. Fortunatamente, ha recuperato bene in FP2. Penso che la cosa importante per noi sia comprendere il comportamento degli pneumatici, perché sembra che soffriamo molto il loro surriscaldamento, specialmente nell’ultimo settore; è qualcosa su cui dobbiamo certamente lavorare. Le previsioni meteo non sembrano ottime per domani, quindi le gomme potrebbero non rappresentare un problema in vista delle qualifiche, ma dobbiamo ovviamente capirle meglio in vista del prossimo futuro. Nel frattempo abbiamo portato avanti diversi test meccanici e lavorato in vista della gara, raccogliendo molti dati che dovremo analizzare stasera, in preparazione di domenica: vedremo il meteo cosa ci riserverà domani”.

 

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):

“Finalmente, la stagione 2018 è iniziata. Grazie all’entusiasmo dei fan australiani, che ho avuto modo di conoscere qui per la prima volta dieci anni fa, abbiamo respirato una bella atmosfera per il primo giorno di prove.

Nel complesso oggi le cose sono andate bene, con la prima sessione di libere che si è tenuta in condizioni meteorologiche perfette. Dato che è stata la prima volta per entrambi i nostri piloti su questa pista, il nostro obiettivo è stato quello di permetter loro di compiere più giri possibile. Sul fronte della Power Unit, ci siamo concentrati sulle impostazioni che riguardano guidabilità e gestione dell’energia e del carburante, per adattarci alle caratteristiche della pista. Siamo stati in grado di completare quasi tutto il programma che avevamo previsto per oggi e la giornata ha rappresentato una buona preparazione in vista di domani.


Tuttavia, le previsioni meteo per domani sono ben diverse, con la possibilità di pioggia e temperature più basse. Ciò significa che durante la FP3 dovremo concentrarci sulla ricerca delle migliori impostazioni da utilizzare per le qualifiche”.