Carlos Sainz (STR12-03, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:25.948, 8° pos., 11 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:25.542, (Q2) 1:24.997, (Q3) 1:24.487, 8° pos.

Carlos Sainz:

“Possiamo definirla una buona giornata, ma non perfetta. Abbiamo affrontato le qualifiche molto lontani dall’equilibrio della vettura che avevamo raggiunto ieri: ci mancava un po’ di stabilità e non avevo la stessa fiducia di venerdì. Quindi ho affrontato le sessioni gradualmente, anziché spingere fin da subito… Ecco perché non sono stato perfetto all’inizio, ma poi ho chiuso bene. Entrare in Q3 è stato molto difficile, in quanto i distacchi erano veramente ridotti, ma alla fine ci siamo riusciti e sono molto soddisfatto del nostro risultato. La squadra può essere felice, perché siamo entrati con entrambe le vetture in Q3. L’ottava è una buona posizione da cui partire nella gara di domani e penso che sarà davvero emozionante… ci siamo!”

Daniil Kvyat (STR12-01, Car 26)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:26.049, 9° pos., 11 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:25.970, (Q2) 1:24.864, (Q3) 1:24.512, 9° pos.

Daniil Kvyat:

“Arrivare in Q3 con entrambe le vetture è un buon risultato, possiamo essere soddisfatti del nostro sabato. Ai test di Barcelona abbiamo faticato un po’, qualche settimana fa: per questo abbiamo continuato a progredire nell’intera giornata di ieri. Abbiamo fatto un bel salto in avanti durante la notte e siamo riusciti a mettere insieme un buon giro nelle qualifiche di oggi, nonostante i distacchi ridotti! La Q1 è stata difficile per tutti, perché la pista fa sempre ciò che vuole qui, così abbiamo dovuto prendere le informazioni e interpretarle molto velocemente. La squadra è stata impeccabile in questo fine settimana, quindi vorrei congratularmi con tutti per il grande lavoro svolto finora. Dunque, posso dire che siamo abbastanza soddisfatti per il risultato di oggi; abbiamo fatto un buon passo in avanti, la macchina ci dà fiducia, è abbastanza veloce e possiamo guardare con ottimismo alla gara di domani”.

James Key (Technical Director):

“Come pensavamo, dietro i primi tre i distacchi sono stati incredibilmente ridotti. La prima sessione di qualifiche della stagione è il momento in cui si inizia a capire la competitività di ognuno e, sicuramente, i margini con le squadre intorno a noi sono stretti. Detto questo, è grandioso avere entrambe le vetture tra i primi dieci, il team ha fatto un ottimo lavoro oggi. L’equilibrio della monoposto non era tanto buono quanto lo era stato in FP3 questa mattina e non abbiamo avuto una delle migliori partenze in qualifica, ma penso che abbiamo reagito molto bene per migliorare la situazione ad ogni run. Anche entrambi i nostri piloti hanno fatto un lavoro veramente professionale: l’obiettivo era quello di entrare nella top ten con entrambe le vetture e ci sono riusciti contro una concorrenza molto competitiva. La cosa incoraggiante è che i loro tempi sul giro sono stati estremamente vicini per l’intera sessione: questo è ciò che ci aspettiamo da loro ed è esattamente quello che ci hanno dato. Ma è domani che conta. Davanti a noi ci sono due macchine che vorremmo sfidare: vogliamo essere i migliori alle spalle dei tre top team, questo è chiaramente il nostro obiettivo. Allo stesso modo, sappiamo che alle nostre spalle abbiamo gente molto competitiva, quindi non vediamo l’ora di affrontare quella che credo sarà una gara molto combattuta.”