Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:07.437, 8° pos., 31 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:06.906, 13° pos., 34 giri

“È stato un venerdì produttivo. Anche se abbiamo avuto dei problemini durante la giornata, alla fine questi non hanno avuto grandi effetti negativi sulla nostra giornata. Adesso abbiamo solo bisogno di continuare a lavorare come sempre ed evitare che si presentino altri problemi: abbiamo ancora margini di miglioramento e cercheremo di lavorarci questa notte per essere ancora più competitivi domani”.

 

Carlos Sainz (STR12-02, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:07.633, 13° pos., 32 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:07.100, 15° pos., 24 giri

 

 

“È stato un venerdì complicato qui in Austria – non solo per noi, ma anche per molti altri piloti in pista. Dobbiamo far tesoro di quanto imparato oggi. Sappiamo che ci manca un po’ il ritmo, ma non così tanto quanto potrebbe sembrare dalla classifica dei tempi, quindi sono abbastanza fiducioso di potermi avvicinare alla top ten domani. Faremo qualche cambiamento stasera per continuare a migliorare!”

 

 

James Key (Technical Director)

 

“Una giornata con alti e bassi. Sulla vettura abbiamo dei nuovi sviluppi meccanici che sembrano funzionare come ci aspettavamo, quindi possiamo essere contenti per questo. Questa mattina il bilanciamento della vettura era quello preventivato e, anche se alla fine non abbiamo avuto una sessione facile con nessuno dei due piloti, eravamo piuttosto soddisfatti per il livello di competitività. Daniil si è trovato subito a suo agio con la vettura, mentre Carlos ha avuto qualche problema di bilanciamento sul quale abbiamo lavorato in vista della seconda sessione di Libere. Il pomeriggio sembrava essere iniziato bene e, dal punto di vista del bilanciamento e dell’assetto, tutto andava bene. Purtroppo, nel momento in cui dovevamo dedicarci ai long-run, abbiamo accusato dei problem su entrambe le vetture: Daniil ai freni posteriori, che si sono surriscaldati; attualmente stiamo analizzando la situazione, ma si tratta di qualcosa che non si era mai verificato prima, quindi dobbiamo capire esattamente cosa sia accaduto per risolverlo prima di domani. Per quanto riguarda Carlos, purtroppo è stato tra i piloti che oggi hanno fatto qualche escursione fuori pista. E proprio mentre riprendeva l’asfalto, ha toccato il cordolo in maniera troppo aggressivo, danneggiando il fondo e la zona anteriore di attacco al telaio. Purtroppo per lui, questo ha messo fine anticipatamente alla sua sessione. Peccato, perche’ cosi’ non siamo riusciti ad avere i dati che ci interessavano sul passo gara: abbiamo raccolto delle informazioni relativamente alle gomme, ma non tutto cio’ che volevamo. È comunque una situazione in cui ci siamo già trovati altre volte e che abbiamo fronteggiato, riguadagnando il tempo perduto. A livello di performance, c’è sicuramente ancora da lavorare. Non siamo riusciti a fare un run pulito con nessuno dei due piloti sulle gomme ultrasoft all’inizio della sessione, quindi sappiamo che sotto questo profilo si può fare di più. Ci sono ancora un po’ di punti da elaborare sui quali ci concentreremo stasera, cercando di essere piu’ produttivi domani “.