Carlos Sainz (STR12-02, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:06.284, 10° pos., 19 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:05.675, (Q2) 1:05.544, (Q3) 1:05.726, 10° pos.

 

 

“Una bella qualifica! Sapevamo ancor prima dell’inizio del weekend che questo tracciato sarebbe stato piuttosto difficile per noi, ma durante le Libere 3 abbiamo trovato un ottimo assetto che mi ha dato un buon feeling con la vettura. All’inizio delle qualifiche siamo riusciti a fare tempi molto competitivi e la P10 è una buona posizione da cui partire domani. Peccato per quelle bandiere gialle alla fine della Q3, che mi hanno impedito di fare un tempo su gomme nuove; il mio giro veloce in Q3 l’ho realizzato con gomme usate e, nonostante questo, siamo rimasti dietro alle Force India e a Grosjean per un solo decimo. Purtroppo questo episodio non ci ha consentito di migliorare ma, dopo un inizio di weekend difficile, sono soddisfatto del risultato di oggi e non vedo l’ora di affrontare la gara: abbiamo buona probabilità di fare punti e dobbiamo sfruttare al meglio le nostre possibilità”.

 

Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:06.279, 9° pos., 28 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:05.990, (Q2) 1:05.884, 14° pos.

 

 

“Che frustrazione! Nelle qualifiche di oggi pomeriggio abbiamo perso il giusto bilanciamento e con esso anche la mia fiducia nella vettura, che ho trovato peggiorata rispetto al resto del weekend: non avevo alcun grip e il mio posteriore scivolava molto…che delusione! Vediamo cosa sarà possibile fare domani ma la cosa positiva è che durante la gara tutto può succedere: adesso dobbiamo valutare tutte le opzioni, analizzare i dati e capire cosa è meglio per noi”.

 

James Key (Technical Director)

 

“È un peccato, perché abbiamo fatto un ottimo lavoro durante la notte per tirare fuori un po’ più di performance dalle vetture e gli ingegneri hanno lavorato benissimo per identificare i cambiamenti di cui avevamo bisogno senza intaccare gli aspetti fondamentali dell’assetto e del bilanciamento e questa mattina tutto sembrava funzionare abbastanza bene. I distacchi tra le squadre intorno a noi erano ancora molto stretti, quindi ci aspettavamo che le qualifiche sarebbero state un po’ una lotteria. In Q1 abbiamo mostrato un buon ritmo – cosa positiva in vista di un potenziale ingresso in Q3. Carlos e’ riuscito a fare un’ottima prestazione nel suo secondo run e questo ha segnato un buon punto di riferimento per la Q2. In questa seconda fase ha fatto un buon giro, sufficiente per farlo passare alla Q3: davvero un ottimo lavoro. Sapevamo di avere una buona probabilità di entrare in Q3, nonostante la battaglia fosse piuttosto serrata, ma Carlos ha fatto tutto ciò che speravamo, dunque possiamo essere molto soddisfatti! Purtroppo in Q3 non è riuscito a mostrare il massimo potenziale a causa delle bandiere gialle a fine sessione. Nel suo primo run ha usato un set di gomme usate per avere un riferimento e solo dopo abbiamo usato un nuovo set, ma in quel giro ben due bandiere gialle gli hanno impedito di migliorare il tempo: ovviamente, questo è stato un problema anche per gli altri piloti, ma noi non avevamo ancora girato con gomme nuove e, quindi, non sapremo mai quali progressi avremmo potuto fare. Per quanto riguarda Daniil, era soddisfatto della sua vettura ma questo pomeriggio ha avvertito un po’ di instabilità nelle curve a bassa velocità, qualcosa che non gli era successa questa mattina. E’ possibile che il vento o le diverse temperature del tracciato in qualifica rispetto alla precendente sessione abbiano influito in qualche modo. In ogni caso, non era completamente a suo agio e non è riuscito a mettere insieme un buon giro per passare alla Q3. Domani partirà dalla P14, ma sappiamo che ha il ritmo per recuperare: avremo anche la possibilità di scegliere la strategia delle gomme e, anche se siamo un po’ più indietro rispetto a dove volevamo essere, nulla è perduto. Con Carlos faremo del nostro meglio partendo dalla P10. Abbiamo delle vetture che vorremmo sopravanzare e altre da tenere alle nostre spalle, quindi per stasera avremo delle riflessioni e del lavoro da fare per affrontare al meglio la bella sfida di domani”.