Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:40.140, 10° pos., 26 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:38.971, 11° pos., 31 giri

Carlos Sainz:

“Girare oggi qui è stato sicuramente divertente e, nel complesso, è stato un venerdì positivo: lo scorso anno non eravamo riusciti a fare molti giri in condizioni d’asciutto, quindi per me è stato come affrontare un nuovo tracciato, stavolta. Devo dire che l’ho apprezzato: è un circuito speciale e carismatico, è davvero entusiasmante correrci! Dal punto di vista delle performance, siamo esattamente dove ci aspettavamo di essere, ma continueremo a lavorare duramente e vedremo dove arriveremo alla fine del weekend”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:40.131, 9° pos., 16 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:39.202, 15° pos., 36 giri

Daniil Kvyat:

“Durante la prima sessione di prove libere di questa mattina ho provato il sistema Halo e penso non ci siano grandi problemi di visibilità. Naturalmente, credo si tratti di un elemento valido, ma a mio parere c’è già abbastanza sicurezza in Formula 1 e non ne abbiamo bisogno, ma non è una decisione che spetta a me. Riguardo a oggi, penso sia stato un venerdì discreto per noi. Abbiamo completato un buon numero di giri, portando a termine la maggior parte del nostro programma. Le condizioni della pista non erano facili, in quanto c’era un po’ di vento, ma in generale è stata una buona giornata. Stasera possiamo fare il nostro consueto lavoro e cercare di mettere a punto tutto secondo le mie esigenze, per provare ad andare più forte domani”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“La giornata è iniziata bene, con entrambi i piloti piuttosto soddisfatti dell’assetto di base. Questo ci ha permesso di completare il programma delle FP1 in modo efficace, concentrandoci sul normale lavoro di set-up e ottimizzazione dei settaggi di freni e gomme. I dati raccolti su quest’ultime sono stati molto utili per comprendere la direzione da seguire, con un focus sul terzo settore. Naturalmente, nelle Libere 2, l’aumento delle temperature ambientali e della pista ha richiesto ulteriori adeguamenti, che sono stati ben centrati dagli ingegneri e che hanno permesso di fare la seconda sessione senza alcun problema. In FP2, abbiamo subito iniziato con degli stint brevi su gomme supersoft, per poterci poi concentrare sui long run: dalla classifica si vede bene come la lotta a centro gruppo sia serrata. I long run effettuati sugli pneumatici supersoft hanno prodotto alcuni dati utili che ci permettono di capire gli effetti delle modifiche effettuate, dopo le FP1, al bilanciamento della vettura su questa mescola. Per l’ultimo long run abbiamo diviso il lavoro tra le due vetture, montando gomme morbide e medie, così da poter fare una valutazione d’insieme sugli pneumatici. Il rendimento delle morbide è stato come ce lo aspettavamo, mentre le medie si sono rivelate più complicate da gestire, ma lavoreremo su questo stasera. In sintesi, entrambi i piloti e la squadra hanno lavorato duramente oggi, completando un programma di test molto intenso senza alcun problema, quindi sento che avremo una buona base su cui lavorare domani”.