Pierre Gasly (STR13-02, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:51.234, 13° pos., 19 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:49.728, 2° pos. 10 giri

“È stata una giornata positiva. Questa mattina abbiamo faticato un po’ nel far funzionare al meglio le gomme intermedie, poi abbiamo apportato delle modifiche per le FP2 e a quel punto sembravano andare molto meglio. Questo pomeriggio sono stato a mio agio con la vettura e mi sono divertito a guidare sul bagnato, specialmente su questa meravigliosa pista che, sotto la pioggia, è davvero fantastica! Anche se non abbiamo girato molto, ho avuto delle buone sensazioni generali e sentivo che la performance era lì. Anche se non tutti sono scesi in pista, è sempre bello essere così in alto in classifica. Considerando che con le penalità che dovremo scontare partiremo dal fondo dello schieramento, adesso dobbiamo concentrarci nell’avere una macchina quanto più veloce possibile per la gara di domenica”.

 

Brendon Hartley (STR13-05, Car 28)
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:52.505, 6° pos., 19 giri

“Ho saltato la sessione del mattino, ma ho potuto girare ugualmente sul bagnato questo pomeriggio e tutto è filato liscio. Ho avuto gli stessi inconvenienti che i miei colleghi hanno vissuto stamattina, ma l’altra vettura sembra andare molto bene, in termini di performance, con il nuovo motore e il pacchetto aerodinamico aggiornato. Oggi io ho girato con il pacchetto vecchio, ma se teniamo conto della performance di Pierre, le cose sembrano promettere bene per il futuro”.

 

Sean Gelael (STR13-05, Car 38)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:52.625, 20° pos., 21 giri

“Ogni volta che prendo parte a una sessione di prove libere la pista è bagnata… e oggi non ha fatto eccezione! È stato complicato, perché all’inizio c’era più acqua in pista, mentre verso la fine si asciugava progressivamente per le intermedie. Siamo scesi presto in pista, così da poter prendere confidenza con la vettura, ma poi ho perso tempo con le gomme anteriori, dove si era formato del graining. A parte questo, la sessione è andata bene: c’è margine di miglioramento e abbiamo buoni dati che aiuteranno me e il team”.

 

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):
“È stato bello riavere Sean in macchina per le prove libere, anche se per lui non è stato l’ideale per via delle condizioni meteo: in quasi tutte le FP1 a cui ha partecipato con noi, ha piovuto! Avevamo un programma intenso tra le due vetture e su quella di Pierre volevamo montare il nuovo pacchetto aerodinamico. Tuttavia, alla luce delle difficili condizioni della prima sessione, abbiamo deciso di non utilizzarlo. Questo vuol dire che non siamo riusciti a testare i nuovi elementi come volevamo e ci siamo concentrati maggiormente sulla comprensione della vettura in condizioni miste. Prima delle FP2 pioveva ancora, ma volevamo saperne di più sul nuovo pacchetto aerodinamico e alla fine l’abbiamo adattato sulla vettura di Pierre. Sfortunatamente non siamo riusciti a portare a termine il lavoro previsto sulla raccolta dei dati aerodinamici, perché è difficile fare delle rilevazioni in queste condizioni, ma apparentemente ha funzionato bene ed è molto positivo. Inoltre, abbiamo anche provato un piano simile tra le due vetture con alcuni giri sulle gomme da bagnato e intermedie: avremo molte cose da analizzare stanotte”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):
“Come confermato questa mattina, sulla vettura di Gasly è stata montata una nuova power unit per questa gara e, come previsto, faremo lo stesso stasera sulla macchina di Hartley. Per questo motivo, entrambi i piloti avranno delle penalità da scontare in griglia, ma per queste ultime gare, per la squadra è prospetticamente la migliore strategia. La pioggia ha influito sui programmi del venerdì, che sono stati diversi rispetto al normale. Nelle FP2 il bilanciamento della vettura è migliorato notevolmente rispetto al mattino. Nel complesso, il pacchetto sembra ben adattarsi a questa pista. Non vediamo l’ora di correre in condizioni migliori domani”.