Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:38.710, 15° pos., 6 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:37.744, (Q2) 1:37.175, (Q3) 1:37.326, 10° pos. 

Carlos Sainz:

“Non potrei essere più felice di come sono, al termine delle qualifiche di oggi! Dopo una terza sessione di libere un po’ complicata, in cui non ho potuto passare molto tempo in pista, a causa di due forature, riuscire a mettere insieme un gran giro in Q2 e poter passare alla Q3 è qualcosa di semplicemente fantastico: ero felicissimo quando mi hanno comunicato la posizione alla radio! Sono sicuro che anche il team è stato molto contento: è un risultato di cui avevamo bisogno dopo alcuni weekend di gara difficili. Oggi è uno di quei giorni che ricorderò sempre della mia stagione 2016! Domani sarà una gara dura, ma faremo certamente del nostro meglio per lottare per la zona punti”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:38.691, 14° pos., 16 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:37.844, (Q2) 1:37.480, 13° pos. 

Daniil Kvyat:

“Non è stata una brutta qualifica. Per me, oggi, la macchina era un po’ difficile da guidare a causa di qualche problema di bilanciamento… Tuttavia, il tempo sul giro non è stato male, considerando quanto siamo arrivati vicini alla Q3, mancata solamente per un decimo e mezzo. La cosa positiva è che domani potremo scegliere le gomme con cui iniziare la gara, qualcosa di veramente importante dal punto di vista strategico. In gara possono accadere molte cose e a centro gruppo i distacchi sono veramente ridotti, quindi possiamo provare a lottare per la zona punti”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Siamo abbastanza soddisfatti dal risultato delle qualifiche di oggi, che arriva dopo la positiva giornata di ieri. Tuttavia, nelle Libere 3 non tutto è filato liscio per entrambi i piloti: Carlos ha subito due forature che hanno fortemente limitato i suoi stint e lo hanno costretto a montare anticipatamente il suo set di supersoft; Daniil ha lavorato per ribilanciare la sua vettura per adattarla ai cambiamenti di direzione del vento. Nel complesso, entrambi i piloti erano soddisfatti del bilanciamento raggiunto il venerdì, quindi sapevamo che avevamo un buon passo per essere competitivi a centro gruppo: in qualifica, si trattava di tenersi lontani dal traffico e di tirare fuori il massimo dalle gomme nuove. In Q1 non abbiamo avuto imprevisti e abbiamo abortito il secondo run di Carlos quando abbiamo visto che i diretti avversari non stavano migliorando. Entrambi i piloti hanno utilizzato pneumatici usati nel primo run della Q2, per prendere consapevolezza delle condizioni della pista, per poi fare un altro run su gomme nuove. Carlos ha fatto un giro quasi perfetto nel suo secondo run, mentre Daniil era competitivo in alcune parti del secondo settore, mentre ha faticato in un paio di curve del terzo, cosa che gli è costato un po’ di tempo e il mancato ingresso in Q3. È un peccato, perché era stato competitivo per tutto il weekend in quel settore. Il giro in Q3 di Carlos non è stato buono come quello realizzato in Q2. Detto questo, il nostro termine di paragone era davvero alto, ma è stato appunto un peccato, perché l’ottavo posto era possibile. Tuttavia, la decima piazza rappresenta una bella ricompensa per il duro lavoro del team in questo fine settimana: siamo felici di rivedere la nostra macchina tra i primi dieci. Ora ci concentreremo sulla gara, dove dovremo mettere in pratica quanto di buono imparato nei long run di venerdì, sperando così di lottare per i punti”.