Carlos Sainz (STR12-02, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:47.446, 7° pos., 22 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:46.561, 9° pos., 19 giri

Carlos Sainz:

“È stata una giornata positiva per noi. Siamo stati un po’ più veloci di quanto ci aspettassimo, ed è una cosa positiva. D’altra parte, sappiamo che generalmente i nostri avversari migliorano più di noi al sabato, quindi dobbiamo tenerli d’occhio se vogliamo rimanere nelle prime dieci posizioni, ma sono contento per come è iniziato questo fine settimana. Per quanto riguarda il meteo, la sua imprevedibilità non mi sorprende: questa è Spa! È la settima volta che corro qui e ogni volta succede qualcosa: dove un attimo prima c’è il sole, un momento dopo inizia a piovere… È tipico di queste zone e bisogna solo essere pronti a fronteggiare ogni possibile condizione. Non mi dispiacerebbe un po’ di pioggia domani o domenica!

Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:47.851, 9° pos., 20 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:47.450, 15° pos., 12 giri

Daniil  Kvyat:

“Un venerdì discreto. Siamo stati in grado di girare abbastanza, nonostante alcuni problemi durante la giornata: recupereremo domani. Le FP3 saranno certamente molto impegnative, ma sappiamo cosa ci manca e verso quale direzione andare, quindi sono fiducioso che potremo fare un buon lavoro domani: non vedo l’ora di affrontare il resto del weekend”.

James Key (Technical Director):

“Situazioni diverse oggi per i nostri due piloti. Le sessioni sono andate ragionevolmente bene per Carlos, che era molto contento della vettura fin dall’inizio. Con lui abbiamo centrato i nostri obiettivi, utilizzando alcuni dei nostri parametri di set-up. Sembrava andar bene per le FP1 e siamo rimasti soddisfatti delle performance. Abbiamo comunque dovuto apportare delle modifiche per le FP2, al fine di fare ulteriori passi avanti e vedere se potevamo colmare alcune delle lacune che avevamo riscontrato. In linea generale sembravamo andare nella giusta direzione. Carlos ha fatto un buon lavoro e ha dato dei feedback chiari, quindi per lui è stata una giornata positiva. Purtroppo, quando è arrivata la pioggia abbiamo perso l’opportunità – così come gli altri – di raccogliere informazioni cruciali, in vista della gara, con le gomme da bagnato. Per quanto riguarda Daniil, invece, non è andato tutto liscio… Abbiamo avuto qualche problema sulla sua monoposto: non eravamo nella finestra di set-up che ci aspettavamo e che avevamo programmato per lui, quindi prima di iniziare a fare progressi abbiamo dovuto fare degli aggiustamenti. Considerando che eravamo in FP1, sembrava abbastanza competitivo, pur sapendo che non era del tutto contento del feeling con la sua vettura, dunque anche la sua sessione sembrava positiva. Per le FP2 abbiamo dovuto invece fare dei cambiamenti un po’ più importanti: alcuni di questi hanno dato gli effetti desiderati, ma non abbiamo risolto tutti i problemi come speravamo, quindi c’è sicuramente ancora del lavoro da fare sotto questo profilo. Purtroppo, le sue FP2 sono state compromesse da alcuni problemi con la monoposto e di questo ci scusiamo con lui: ce lo confermavamo anche i dati, ma si trattava di qualcosa che non era facilmente risolvibile durante la sessione e, dunque, non siamo riusciti a completare tutto il programma e fare ulteriori modifiche all’assetto. Abbiamo perso un po’ il filo, ma risolveremo i problemi durante la notte. Tuttavia, anche se c’è ancora del lavoro da fare, le performance potenziali sembrano esserci al momento e lavoreremo su entrambe le vetture per fare i necessari passi avanti per domani”.