Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:50.078, 17° pos, 9 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:48.876, (Q2) 1:49.038, 15° pos.

Carlos Sainz:

“È un weekend davvero difficile per noi, forse anche un po’ più di quanto ci aspettassimo: deludente non essere riusciti a lottare per entrare in Q3. D’altra parte, c’è però una cosa per cui oggi sono contento: so di aver tirato fuori il massimo dalla vettura, ma per il resto sono triste nel vedere che siamo in quindicesima posizione, un secondo lontani dalla Q3. Non è abbastanza. Il team sta analizzando molte cose per capire dove perdiamo in termini di prestazione. Ne conosciamo la causa solo per metà: è dovuta alla power unit 2015, ma dobbiamo capire il motivo per cui non siamo ai livelli che ci aspettavamo nel secondo settore. Siamo stati lenti per tutto il fine settimana, quindi la gara di domani sarà difficile. Sono sicuro che una giusta strategia ci porterà vicini alla Top Ten, ma non sarà facile chiudere in zona punti. Detto questo, ce la metteremo tutta e ci batteremo per chiudere più in alto possibile in classifica”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:50.023, 16° pos., 9 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:49.058, 19° pos.

Daniil Kvyat:

“Anche se non siamo dove vorremmo essere, per me non è stata una brutta qualifica e sono soddisfatto dei miei giri e dei miei progressi da venerdì a oggi. Nel mio giro ho fatto praticamente tutto ciò che avrei potuto fare oggi. Dobbiamo accettare la situazione: è difficile per noi, ma possiamo solo lavorare duramente con quello che abbiamo e cercare di andare avanti. Credo sarà così per il resto della stagione, ma noi continueremo a lottare, non c’è altra scelta. Domani faremo la nostra gara e vedremo dove chiuderemo. Non voglio fare pronostici: tutto quello che so è che sarà una gara difficile, ma faremo del nostro meglio con un pacchetto che non è competitivo su questa pista”.

James Key (Technical Director):

“Avevamo la sensazione che le qualifiche sarebbero state difficili per noi, abbiamo faticato un po’ questo fine settimana. In questo momento qualcosa non va e dobbiamo analizzare tutto nel dettaglio. Sappiamo che qui le prestazioni in rettilineo sono importanti e questo sta diventando un punto debole piuttosto evidente per noi: sapevamo che sarebbe accaduto, ma credo comunque che ci sia qualcos’altro. Dobbiamo capire un po’ meglio la situazione per le prossime gare: a luglio abbiamo introdotto delle nuove parti sulla vettura e, anche se non c’è stato alcun problema evidente su di esse, abbiamo avuto due gare consecutive inaspettatamente difficili. Daniil non è riuscito a passare in Q2, in quanto ha perso un po’ di tempo nell’ultima curva: è un peccato, perché in quel momento era anche davanti al suo compagno di squadra… è stato un po’ sfortunato. Ma sono cose che succedono e dobbiamo guardare avanti. Per quanto riguarda Carlos, il suo giro in Q2 non è stato facile: è stato ostacolato un po’ da un’altra vettura e ha avuto qualche problema ad affrontare al meglio il secondo settore. Quindi, considerando tutto, è stata una sessione difficile sia per la squadra che per i piloti. Dobbiamo capire perché fatichiamo un po’ al momento e scoprire se si tratta di qualcosa sulla vettura, se è per le alte temperature che abbiamo avuto in pista o se c’è dell’altro. Chiaramente, siamo fuori dalle posizioni che ci competono e dobbiamo tornarci presto. Adesso dobbiamo concentrarci sulla gara di domani e vedere cosa possiamo fare. Crediamo ci possono ancora essere delle opportunità da cogliere su questa pista. Sapevamo che Spa e Monza non sarebbero state gare adatte a noi, ma faremo del nostro meglio per ottenere il massimo domani”.

Guarda i risultati completi qui.