Carlos Sainz (STR10-04, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:49.434, 1° pos., 10 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:50.418, 7° pos., 6 giri

“Penso che nel complesso oggi sia stata una buona giornata, con molti aspetti positivi da prendere in considerazione. Anche se ha piovuto tutto il giorno e non abbiamo potuto fare neppure un giro in condizioni di asciutto, sono riuscito a memorizzare velocemente la pista e ad avere subito un buon passo. Finire in prima posizione, durante le libere 1, è stata una sensazione speciale: la prima volta in cui chiudo da leader una sessione di prove in Formula 1. La pista è fantastica, davvero molto impegnativa, e lo è ancora di più sul bagnato! Mi sono divertito tanto lì fuori, oggi, e spero di poter continuare così per il resto del fine settimana”.

Max Verstappen (STR10-02, Car 33)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:50.940, 6° pos., 10 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:50.542, 8° pos., 5 giri

“Peccato abbia piovuto per l’intera giornata, sarebbe stato bello poter passare un po’ più di tempo in pista. Comunque, abbiamo così potuto fare un po’ di giri sul bagnato e la monoposto è andata bene. Penso che abbiamo imparato qualcosa e raccolto un po’ di dati utili nel caso dovesse piovere domenica, durante la gara. Sappiamo che normalmente abbiamo un buon ritmo sul bagnato ed è sempre bello guidare in queste condizioni. Ora penso già a domani, sperando di poter fare dei giri sull’asciutto e divertirmi un altro po’ su un circuito grandioso come questo!”.

Phil Charles (Chief Race Engineer)

“Questo è un altro tracciato molto difficile per i nostri due giovani piloti: Max lo aveva già provato lo scorso anno nelle Libere 1 in condizioni di asciutto, ma nessuno dei due aveva mai girato qui sul bagnato. Di fatto, non avevano mai affrontato una sessione con così tanta pioggia quest’anno. Ci è piaciuto molto vederli entrambi, subito, a proprio agio sull’asfalto bagnato, questa mattina. Carlos ha avuto una sessione particolarmente brillante, se consideriamo che non aveva mai corso qui finora. Entrambi i piloti hanno imparato velocemente il tracciato e nonostante le difficili condizioni atmosferiche sono riusciti a gestire i rigagnoli d’acqua nel primo settore senza alcuna preoccupazione. Purtroppo, durante le Libere 2 abbiamo avuto diversi piccoli problemi che hanno limitato i nostri run. Ciononostante, ogni volta che siamo scesi in pista abbiamo potuto spuntare qualche voce dal nostro programma, raccogliendo informazioni utili sulle gomme intermedie. A tale proposito, sappiamo di dover fare ancora un po’ di lavoro sul bilanciamento della vettura nel caso dovessimo avere ancora pista bagnata in questo fine settimana, soprattutto per migliorare nella gestione degli pneumatici. Sarà interessante vedere come i piloti e le vetture si comporteranno sull’asciutto”.