Carlos Sainz (STR10-01, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:27.410, 8° pos., 37 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:23.364, 13° pos. , 41 giri

“Questo primo giorno qui in Messico è stato un po’ complicato: la pista era davvero molto scivolosa. Al mattino, durante le Libere 1, abbiamo faticato un po’ con le temperature dei freni, che non mi hanno permesso di spingere quanto avrei voluto. La buona notizia è che nelle PL2 di questo pomeriggio è andata meglio e ho avuto finalmente l’opportunità di imparare meglio la pista, passo dopo passo. Abbiamo un grande margine di miglioramento per quanto riguarda il bilanciamento della vettura. Oggi infatti non avevo un gran feeling con la vettura, se lo paragoniamo a quello che invece ho avuto finora in questa stagione. Abbiamo un bel po’ di lavoro da fare stasera. Il resto del weekend sarà sicuramente impegnativo, ma non vedo l’ora di affrontarlo”.

Max Verstappen (STR10-02, Car 33)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:25.990, 1° pos, 38 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: nessun tempo

“Oggi è stata un’esperienza nuova per tutti, perché questa è la prima volta che guidiamo qui. All’inizio le condizioni erano particolarmente difficili, ma penso che siamo andati nella giusta direzione e abbiamo fatto una buona prima sessione. Chiudere le PL1 in prima posizione, naturalmente, è una bella sensazione e significa che la vettura si comporta bene: guidare qui mi diverte. Purtroppo, durante il mio primo giro veloce nelle Libere 2, all’ultima curva ho perso improvvisamente il retrotreno e sono andato a sbattere. Penso sia stato un mix di fattori: gli pneumatici freddi, la pista ancora un po’ umida… e io ho sopravvalutato il grip. Peccato che non ci sia uno spazio maggiore per la via di fuga, in quella curva! Stasera avremo il tempo di concentrarci su tutti i dati raccolti da Carlos nelle Libere 2, così da prepararci al meglio per domani”.

Phil Charles (Chief Race Engineer)

“Siamo soddisfatti di quanto fatto nelle PL1 – il nostro obiettivo era di tenere i piloti in pista cosicché potessero familiarizzare con questo nuovo circuito e devo dire che questo approccio ha funzionato. Infatti Max è andato molto bene e ha anche fatto un gran bel giro verso la fine della sessione. Sfortunatamente, all’inizio delle PL2, è stato protagonista di un’uscita di pista. La sua macchina non si è danneggiata troppo e sono certo che lui domani potrà tornare in pista in gran forma. Di conseguenza, è stato necessario aggiungere del lavoro extra ai nostri programmi per Carlos. Ha infatti girato molto anche nelle PL2, passando velocemente dal programma di short run a quello dedicato ai long run. Oggi abbiamo imparato tanto, ma credo non sia un segreto che il raffreddamento di freni e motore sia qui più problematico, a causa della bassa pressione. Dalla factory ci hanno dato davvero un ottimo supporto tra le due sessioni, in maniera da migliorare su entrambi gli aspetti, ma stasera dovremo comunque continuare a lavorare sulla configurazione delle monoposto in modo da avere ancora del margine per la gara di domenica. Le previsioni, con possibilità di pioggia, sembrano interessanti per il resto del weekend. Tutto sommato, è stata una giornata un po’ ad alti e bassi ma abbiamo raggiunto molti degli obiettivi previsti dal nostro programma.”