Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:20.325, 10° pos., 22 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:20.457, (Q2) 1:20.169, (Q3) 1:20.378, 10° pos

Carlos Sainz:

“Sono veramente contento! È un fine settimana complicato a causa delle condizioni difficili della pista. A essere sincero, all’inizio della Q1 pensavo che sarebbe stato difficile entrare in Q3… e invece eccoci qui, in P10 per la seconda volta consecutiva in una settimana. È un grande risultato per me e per la squadra! Ultimamente mi trovo bene in macchina e credo sia per questo che stiamo ottenendo questi risultati positivi: posso spingere fin da subito, costruire al meglio il mio weekend e ambire a queste posizioni. Insieme al team stiamo attraversando un buon momento e possiamo essere orgogliosi di questo: quello che abbiamo realizzato nelle ultime due gare non è per nulla scontato! Sono davvero contento. Domani sarà dura: non avremo il vantaggio di scegliere le gomme con cui partire e avremo bisogno che le gomme supersoft lavorino bene al primo stint, in quanto i ragazzi dietro di me spingeranno al limite per passarmi. Dobbiamo essere prudenti, ma ci sarà sicuramente da divertirsi”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:20.586, 12° pos., 20 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:21.454, 18° pos.

Daniil Kvyat:

“Un vero peccato… dopo il mio primo giro in Q1, improvvisamente, ho perso potenza a causa di un problema elettrico e quindi la mia sessione di qualifiche è terminata in anticipo. Devo dire che fino a quel momento avevo un buon feeling con la vettura, anche se le condizioni della pista cambiavano costantemente: sono sicuro che sarei passato agilmente in Q2. Vediamo cosa accadrà domani, dovrebbe essere una gara interessante e sicuramente cercheremo di fare del nostro meglio”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Oggi tutto è girato intorno alle gomme, alla loro gestione nelle FP3 con basse temperature e nelle qualifiche con temperature più alte. Nella terza sessione di prove libere entrambe le vetture hanno completato il programma previsto utilizzando pneumatici a mescola supersoft: Carlos è riuscito subito a trovare un buon equilibrio, mentre gli ingegneri di Daniil hanno dovuto fare altre modifiche all’assetto dopo i primi giri, al fine di migliorare ulteriormente l’equilibrio della vettura. Le modifiche ad entrambe le monoposto, prima delle qualifiche, si sono limitate alla messa a punto per adattarle al cambiamento delle temperature, il che significa che abbiamo iniziato la sessione concentrandoci, run dopo run, sulle gomme e sui necessari piccoli interventi all’assetto aerodinamico. La Q1 è filata liscia per Carlos, mentre Daniil ha sofferto di un problema elettrico al primo giro del suo stint, che ha provocato una perdita di potenza alla power unit. I suoi meccanici hanno lavorato per isolare e risolvere il problema, ma il tempo a disposizione è stato troppo poco per permettere a Daniil di tornare in pista e il suo giro veloce non era sufficiente ad evitare l’eliminazione. Con Carlos abbiamo deciso di girare con un set di supersoft usate durante il primo run in Q2, seguito da un altro giro veloce con supersoft nuove: quest’ultimo passaggio è stato abbastanza veloce per passare alla Q3, dove abbiamo utilizzato lo stesso approccio, girando prima con un set di gomme usate e poi con uno nuovo. Tuttavia, un po’ come è successo anche ai nostri avversari, non siamo stati in grado di migliorare il tempo sul giro, nonostante avessimo pneumatici nuovi, e abbiamo così chiuso in decima posizione. Si tratta di una bella ricompensa per gli sforzi della squadra, ma dobbiamo considerare con attenzione le nostre opzioni strategiche, in quanto davanti a noi ci sono molte macchine che partiranno con le Soft. Adesso ci concentreremo sulla gara, provando a elaborare le migliori strategie che possano consentire a Daniil di recuperare terreno e a Carlos di consolidare la sua posizione in qualifica, cercando di farlo avanzare nel caso se ne presentasse l’opportunità. Abbiamo visto che la pista si è evoluta parecchio, nel corso del weekend, e ci aspettiamo che continui a farlo anche in gara. Pertanto, si potrebbero presentare delle opportunità per sfruttare le mescole che abbiamo a disposizione”.