Pierre Gasly (STR12-04, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:52.380, 9° pos., 14 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:34.043, 15° pos., 22 giri

Pierre Gasly:

“Che sensazione fantastica! La mia prima vera giornata come pilota di Formula 1, le prime prove libere… è stato un giorno speciale! Quando sono uscito dal garage per la prima volta, questa mattina, è stato davvero emozionante. Ero molto felice e al tempo stesso mi sono concentrato sul lavoro da fare insieme alla squadra, cercando di essere quanto più competitivo e professionale possibile fin dalle prime battute. Penso che sia stata una prima giornata positiva. Nella sessione di questa mattina, abbiamo avuto condizioni difficili, ma sono riuscito a fare abbastanza bene sul bagnato. Nelle FP2 di questo pomeriggio ho continuato a imparare e ad abituarmi alla vettura e a tutte le procedure: devo dire che, giro dopo giro, mi sento sempre più a mio agio. Certo, ho ancora bisogno di tempo per prendere ancor più fiducia, ma stiamo progredendo bene, passo dopo passo. Lavoreremo sodo stasera e ci concentreremo sulla giornata di domani… non vedo l’ora di tornare in macchina!”.

Carlos Sainz (STR12-01, Car 55)
Seconda Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:34.104, 16° pos., 19 giri

Carlos Sainz:

“Il fine settimana non è iniziato come avremmo voluto… Ovviamente, saltare le FP1 e quindi la possibilità di girare su pista bagnata non è stato certamente l’ideale, tenendo conto che la gara di domenica potrebbe disputarsi sotto la pioggia. Nelle FP2 di questo pomeriggio abbiamo avuto problemi con il drivetrain, che ha avuto ripercussioni sulla guidabilità e sulla velocità massima della monoposto, quindi non abbiamo potuto sfruttare al meglio neppure la seconda sessione. Di conseguenza, domani avremo molto da lavorare per recuperare il tempo perso oggi, ma sono sicuro che possiamo farcela”.

Sean Gelael (STR12-01, Car 38)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:54.610, 14° pos., 13 giri

Sean Gelael:

“Peccato che le FP1 di questa mattina si siano disputate sul bagnato: ad essere sincero, avrei preferito una pista asciutta, così da poter spingere davvero, perché questo è un tracciato che conosco già, avendoci guidato lo scorso anno in F2. Ma è andata così, comunque è utile fare dei giri in queste condizioni: ho fatto esperienza per il futuro, qualora si dovessero ripresentare. Tutto sommato, siamo andati abbastanza bene, il nostro ritmo era buono e nel complesso sono contento per come è andata oggi”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer):

“Siamo davvero felici di avere Pierre nel nostro team: oggi ha fatto un ottimo lavoro, nonostante le condizioni difficili durante le FP1, specialmente se consideriamo che era la sua prima volta alla guida della nostra vettura e, in più, in condizioni da bagnato. Avendo dovuto condensare il suo programma, nel pomeriggio si è ritrovato a fare il lavoro di un’intera giornata in una sola sessione. Ad accorciare ancora di più le FP2 c’è stata anche la bandiera rossa, ma siamo comunque riusciti a raccogliere molti dati sull’aerodinamica, in quanto qui in Malesia abbiamo alcune nuove componenti sulla vettura. Pierre ha fatto molta esperienza anche con le procedure, in quanto è la sua prima volta in un weekend di gara con queste vetture: davvero complicate e con tante cose da provare e imparare. Il giudizio iniziale è estremamente buono: ha affrontato tutto serenamente, niente sembrava intimorirlo e il suo feedback tecnico è stato fantastico. Possiamo dire che il suo arrivo è stato positivo per tutto il team. Non vediamo l’ora di vedere come gestirà le qualifiche di domani e quali saranno le sue performance in gara. Sull’altra vettura, nelle FP1, abbiamo avuto Sean che ha fatto un buon lavoro in condizioni difficili. Ha effettuato un singolo long-run su gomme intermedie, per fare esperienza sul bagnato. Per le FP2, Sean ha consegnato la vettura a Carlos, ma le cose non sono andate lisce per lui: ha avuto alcune noie con la vettura e queste hanno reso difficile la sua sessione. Dunque, abbiamo molti dati da analizzare questa sera e dovremo prendere delle decisioni per restituire a entrambi i piloti una vettura costante. In sintesi, i tempi in classifica non rispecchiano il quadro di oggi e siamo fiduciosi di migliorare in vista di domani”.