Max Verstappen (STR10-03, Car 33)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:40.989, 9a pos., 18 giri
Qualifiche – Miglior giro:(Q1) 1:40.793, (Q2) 1:41.430, (Q3) 1:51.981, 6° pos.

“Sono molto contento, quella di oggi pomeriggio è stata davvero una buona sessione, in particolare la Q3. In Q1 e Q2 non ero totalmente a mio agio con la vettura, ma abbiamo avuto un buon finale in Q2. Ho sorriso quando ha iniziato a piovere, perché correre in quelle condizioni mi piace. Sono olandese, quindi sono abituato a guidare sul bagnato, anche se qui è tutta un’altra storia. La sesta è una buona posizione per iniziare la gara domani. Non vedo l’ora che arrivi il momento e, anche se sembra che dovremo lottare un po’ nei long run, non sono preoccupato e spero di poter segnare dei punti.”

Carlos Sainz (STR10-04, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:40.601, 8° pos., 19 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:39.814, (Q2), 1:43.701, 15° pos.

“Sono deluso dal risultato odierno, perché entrare in Q3 era certamente alla mia portata e avremmo potuto raggiungere un grande risultato. Stavamo andando molto bene, eravamo veloci, ma purtroppo ho fatto un errore di inesperienza alla curva 14: ho bloccato le ruote quando stava cominciando a piovere e ho quindi perso ogni possibilità di avanzare in Q3. Se la pioggia non fosse arrivata, saremmo sicuramente andati oltre. Ma queste cose possono accadere, dobbiamo mantenere un atteggiamento positivo e imparare dagli errori. Non vedo l’ora di recuperare posizioni domani, perché sappiamo che saremo in grado di lottare per ottenere un buon risultato.”

James Key (Technical Director)

“La qualifica di oggi ha rappresentato per noi una sessione difficile a causa delle condizioni meteorologiche. Sapevamo che la pioggia stava per arrivare, ma non sapevamo esattamente quando! In Q1 andavamo bene e Carlos stava letteralmente volando in condizioni di asciutto, il suo ritmo era veramente buono e sembrava davvero promettente per la Q3. Purtroppo, il primo giro con le gomme Option in Q2 era del tutto imprevedibile. Dobbiamo ricordarci che i nostri ragazzi non avevano mai guidato qui sul bagnato, mentre tutti gli altri sì, quindi hanno dovuto interpretare le condizioni della pista come meglio potevano. Entrambi i piloti hanno fatto un ottimo lavoro, ma se Carlos non avesse sbagliato alla curva 14, sarebbe stato lì insieme a Max. È un vero peccato, perché era stato veloce per tutto il giorno. Max ha fatto un lavoro eccezionale considerando che ha fatto centro nonostante non avesse mai affrontato questo genere di condizioni prima d’ora. Partire dalla terza fila qui è un’ottima cosa! Per domani dobbiamo fare attenzione alle previsioni meteo, tenere d’occhio i radar ed essere pronti ad affrontare tutti quegli imprevisti che ti possono cogliere di sorpresa. Dita incrociate: possiamo puntare ad un buon risultato domani con entrambi i piloti. Sappiamo che abbiamo il potenziale per fare in modo che ciò accada”.