Danill Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:45.981, 9° pos., 19 giri
Qualifica – Miglior giro: (Q1) 1:44.694, (Q2) 1:44.687, (Q3) 1:44.717, 7° pos.

Daniil Kvyat:

“È stata una buona giornata, sono abbastanza contento! Siamo riusciti a fare dei giri puliti, una cosa non così facile qui, a Baku: una sessione senza problemi è certamente ciò di cui avevo bisogno. È stato difficile, perché la pista continuava a cambiare e dovevamo stare in linea con la sua evoluzione, ma siamo riusciti a gestire bene la situazione e a fare un buon lavoro. Cercheremo di fare lo stesso domani: avremo diverse opportunità e dovremo essere pronti a coglierle. Devo dire che mi sono divertito un bel po’ nelle qualifiche di oggi. Il mio feeling con la vettura e la mia fiducia continuano a crescere: partire dalla settima posizione, domani, è un risultato positivo”.

Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:46.190, 12° pos., 17 giri
Qualifica – Miglior giro: (Q1) 1:44.827, (Q2) 1:45.000, 13° pos.

Carlos Sainz:

“Una giornata un po’ deludente per me: è un peccato, perché avevamo avuto un venerdì discreto e mi sentivo bene. Oggi abbiamo montato freni nuovi sulla vettura e, purtroppo, in staccata non mi sentivo sicuro come lo ero ieri. Forse potrebbe essere questa la ragione per cui in qualifica non sono riuscito a tirare fuori il meglio dalla vettura… e se aggiungiamo il grande traffico, alla fine non è stato possibile entrare in Q3. Vedremo cosa saremo in grado di fare domani, speriamo in un’altra bella rimonta: questa potrebbe essere una gara imprevedibile, sono convinto che con una strategia intelligente e pit-stop veloci, potremo fare bene! Tutto sommato, abbiamo bisogno di rimanere ottimisti, perché domani potrà certamente essere un giorno migliore”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Durante la notte abbiamo effettuato una serie di modifiche alle vetture, per risolvere alcuni dei problemi di bilanciamento avuti venerdì. Oggi, i piloti hanno fatto buon uso delle rispettive vetture in una qualifica complicata da traffico e bandiere gialle. In Q1, abbiamo scelto di fare un primo run più lungo con entrambi i piloti, per avere più probabilità di segnare un crono per accedere alla fase successiva, prima di affrontare poi un run più breve. Carlos e Daniil hanno usato bene il secondo set di gomme, passando alla Q2. Il primo run di entrambi i piloti in Q2 è stato condizionato dal traffico di alcuni concorrenti nel loro giro di lancio e, anche nel secondo run, Carlos non è riuscito a migliorarsi sempre per lo stesso motivo. Tuttavia, Daniil è riuscito a fare il suo tempo e a passare così alla Q3 senza problemi. Con la bandiera rossa, arrivata quasi al termine della Q3, siamo stati costretti a richiamare dentro Daniil e prepararlo per la ripartenza. Con molte vetture una dietro l’altra nel giro d’uscita, la preparazione delle gomme non è stata l’ideale e non siamo riusciti a migliorarci. Detto ciò, possiamo essere soddisfatti della nostra posizione di partenza e siamo pronti a concentrarci sulla gara”.