Carlos Sainz (STR12-03, Car 55)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:52.840, 4° pos., 5 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Nessun giro

Carlos Sainz:

“Un venerdì molto particolare, in quanto le condizioni meteo non erano abbastanza buone per permettere all’elicottero medico di volare, quindi oggi abbiamo trascorso la maggior parte del nostro tempo all’interno del garage. Almeno nelle Prove Libere 1 di questa mattina, siamo riusciti a fare un giro d’installazione e un check della vettura, assicurandoci che tutto funzionasse bene. Nelle Libere 2, purtroppo, non abbiamo potuto fare neanche un giro e ho trascorso un’ora e mezza all’interno della vettura, guardando la sessione in TV! Era un po’ come stare seduti sul divano di casa: posso confermare che all’interno dell’abitacolo si sta davvero comodi. La terza sessione di prove libere di domani sarà veramente dura e molto intensa. Avremo tanto da imparare in un lasso di tempo molto ridotto, ma sarà così per tutti”.

Daniil Kvyat (STR12-01, Car 26)
Prima Sessione di Prove Libere
Miglior Giro: 1:53.314, 6° pos., 4 giri
Seconda Sessione di Prove Libere
Nessun giro

Daniil Kvyat:

“Vorrei ringraziare tutti i tecnici e i meccanici, sono stati estremamente impegnati oggi…! Scherzi a parte, è stato un vero peccato aver completato solo alcuni giri al mattino e nessun giro oggi pomeriggio… Sorprendentemente, siamo stati comunque in grado di raccogliere alcuni dati interessanti e domani, se sarà asciutto, dovremo impegnarci molto e provare a svolgere un programma quanto più pulito e completo, facendo il maggior numero di giri possibile. Il meteo per il resto del fine settimana è abbastanza instabile, quindi vedremo cosa succederà: potrebbe essere una gara interessante”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Purtroppo, oggi l’impossibilità di decollare per l’elicottero medico ha limitato il nostro numero di giri in pista. Ma in ogni caso, la sicurezza è sempre un aspetto di fondamentale importanza, quindi non si può che accettare quanto accaduto oggi. Nelle FP1 siamo riusciti a portare a casa un paio di giri cronometrati con entrambe le vetture e, dato che non siamo riusciti a verificare completamente il comportamento delle intermedie nei test invernali, questi giri si sono rivelati particolarmente utili: ci hanno consentito una prima analisi non solo sulla mescola in sé, ma anche su ciò che riguarda le impostazioni di bilanciamento aerodinamico, sui freni, sui settaggi del differenziale e del motore: tutti dati molto importanti. Non avendo girato in FP2, adesso prepareremo le vetture per domani e rimoduleremo il programma in pista così da poter coprire quanti più km possibile nella prossima sessione di un’ora. Ci aspettiamo sia particolarmente impegnativa.”