Carlos Sainz (STR10-04, Car 55)

Prima sessione di prove libere
Miglior giro: 1:41.112, 8° posto, 23 giri
Seconda sessione di prove libere
Miglior giro: 1:39.971, 15° posto, 28 giri

“Abbiamo portato avanti il nostro programma di oggi senza problemi, quindi posso esserne soddisfatto. Nelle PL1 mi sono fondamentalmente concentrato sull’apprendimento della pista. Mi sono sentito a mio agio fin dall’inizio, migliorando poi progressivamente. Questo è un bel tracciato, mi piace guidare qui: è impegnativo e, cosa positiva, diverso dagli altri circuiti. Nelle PL2 mi sono focalizzato sui test di performance e durata degli pneumatici. Purtroppo, proprio durante il mio run con gomme Option è stata esposta la bandiera rossa che ha rovinato il mio giro veloce, ma quando poi sono tornato in pista per completare il long run ho continuato a girare bene. Siamo tutti molto vicini qui, per questo weekend si prospetta una lotta serrata, ma noi siamo pronti.”

Max Verstappen (STR10-03, Car 33)

Prima sessione di libere
Miglior giro: 1:41.575, 12° posto, 28 giri
Seconda sessione di libere
Miglior giro: 1:39.894, 14° posto, 32 giri

“Oggi è stata una giornata un po’ difficile, ad essere sinceri. Non ero molto contento del bilanciamento della vettura nelle PL1, quindi abbiamo provato a migliorarlo per la seconda sessione. Abbiamo fatto un passo avanti, ma dobbiamo ancora lavorare per trovare un po’ più di ritmo. Non siamo stati in grado di completare un giro pulito questo pomeriggio, perché quando siamo andati in pista è stata esposta la bandiera rossa. C’è sicuramente spazio per migliorare e speriamo di poter fare un buon lavoro domani. È bello guidare qui: è un tracciato tecnico e molto impegnativo, ma è proprio per questo che mi piace.”

Phil Charles (Chief Race Engineer)

“Oggi non è stata la migliore delle giornate che potessimo avere. Il nostro ritmo nei long run è relativamente migliore rispetto al passo negli stint corti, ma abbiamo ancora molto lavoro da fare stasera. Questa è una pista difficile, sia in termini di setting della vettura che per gli stessi piloti, quindi sappiamo che dobbiamo focalizzare la nostra attenzione in entrambe le direzioni. Dobbiamo rendere le monoposto più facili da guidare: faremo di tutto per aiutare i nostri ragazzi. Ora è il momento di fare i compiti a casa per cercare di migliorare un po’ in ogni area, anche per venire incontro ai piloti: di conseguenza dovremmo ottenere qualcosa di meglio dagli short run. Non siamo soddisfatti come lo siamo stati ultimamente, ma siamo ancora al venerdì e abbiamo quindi il tempo di tornare ai livelli che sappiamo di poter raggiungere.”