Pierre Gasly (STR13-05, Car 10)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior giro: 1:38.317, 7° pos., 5 laps
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:32.447, (Q2) 1:32.460, 14° pos.

“Penso che la Q3 oggi non era alla nostra portata, speravo davvero di potercela fare, ma sfortunatamente non avevamo il giusto passo. Ero molto vicino a Sergio, quindi forse sarei potuto partire una posizione più avanti, ma ci è mancata la performance in qualifica. Ovviamente, non aver ottenuto un risultato migliore nella mia gara di casa è un po’ deludente, ma penso che abbiamo fatto tutto il possibile. Pare avessimo qualche problema nel secondo settore, sui lunghi rettilinei, bisognerà analizzare i dati e vedere dove stiamo perdendo tempo, perché nel complesso la vettura va bene. Penso che ieri la situazione era leggermente migliore rispetto a oggi, ma la battaglia a centro gruppo è molto serrata e ci mancavano un paio di decimi. Guidare davanti al pubblico di casa è stato davvero fantastico, mi danno una grande carica! Domani dovremo affrontare un’altra battaglia – la più importante – e spero che ci saranno molti fan sulle tribune a supportarmi. Combatterò tanto e proverò a dare il massimo per tornare in zona punti: l’ultima volta che ci sono riuscito è stato a Monaco e sarebbe fantastico poter segnare punti in Francia!”.

 


Brendon Hartley (STR13-04, Car 28)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior giro: nessun tempo, 3 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:33.025, 17° pos.

“Domani inizieremo la gara dal fondo dello schieramento per via della penalità ricevuta per la sostituzione del motore, ma siamo abbastanza positivi perché la vettura si è ben comportata per tutto il weekend, soprattutto nella simulazione del long run di ieri. Per me le qualifiche sono iniziate abbastanza bene, penso di esser stato nella top 10 dopo il primo run, ma poi al secondo tentativo ho trovato un po’ di traffico. Ha anche iniziato a piovere un po’ verso la fine del giro e quindi non siamo riusciti a mettere tutto insieme. Ma se il tempo sarà imprevedibile come oggi, domani potrebbero presentarsi delle opportunità”.

 

 

Guillaume Dezoteux (Head of Vehicle Performance):
“Tutti sono stati sorpresi dal repentino cambiamento delle condizioni all’inizio delle FP3, ma siamo riusciti a fare comunque un giro sull’asciutto con Pierre. Brendon, invece, ha dovuto prima fare un giro di installazione dopo il cambio della PU, quindi non ha completato nessun giro cronometrato sulle gomme da asciutto. Il resto della sessione è stato compromesso dalla pioggia. Abbiamo dovuto risparmiare le gomme da bagnato e quelle intermedie nel caso in cui anche la sessione di qualifica fosse stata bagnata. Le qualifiche sono state molto deludenti, ci aspettavamo di più dopo il ritmo mostrato ieri. Le condizioni mutevoli hanno reso la sessione piuttosto difficile, specialmente all’inizio della Q2. Per soli 2 decimi, il giro di Brendon nel Q1 non è stato sufficiente per passare alla manche successiva, ma era molto vicino e fino alla curva 14 si stava migliorando. Per quanto riguarda Pierre, ha fatto un bel giro alla fine del Q1, ma non siamo mai stati nella posizione di migliorare in Q2. Ha sofferto di un gran sottosterzo nell’ultimo run e non è riuscito a tirare fuori quel qualcosa in più dalla macchina. Analizzeremo tutti i dati per capire quali sono stati i principali fattori di quel problema. Per la gara di domani, avremo possibilità di scelta delle gomme con cui partire, quindi valuteremo tutti gli scenari possibili e speriamo di trovare delle soluzioni interessanti, perché Pierre parte dalla P14 e Brendon dal fondo dello schieramento”.

Toyoharu Tanabe (Honda F1 Technical Director):
“È stato un peccato non riuscire a fare dei giri utili in FP3 a causa della pioggia, quindi abbiamo fatto le nostre scelte sulle impostazioni basandoci sui dati di ieri. Il risultato delle qualifiche è un po’ deludente: Brendon non si è spinto oltre la Q1, mentre Pierre partirà in P14 nella sua gara di casa. Sarebbe bello iniziare questa serie di tre gare in successione conquistando dei punti, un obiettivo ancora raggiungibile partendo dalla P14”.