Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:17.028, 11° pos., 20 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:16.317, (Q2) 1:15.989, 13° pos.
3 posizioni di penalità in griglia per la gara di domani

Carlos Sainz:

“È stata una qualifica molto difficile. Qui a Hockenheim fatichiamo: sapevamo già che un circuito come questo, dove conta la potenza, sarebbe stato impegnativo per noi, perché non siamo abbastanza veloci sui rettilinei. Detto questo, penso di aver fatto un ottimo giro. Mi sento bene in macchina e il pacchetto sta funzionando, ma questo è il massimo che potevamo tirare fuori dalla vettura oggi. Domani cercheremo di lottare per altri punti: non sarà facile, ma naturalmente daremo il massimo e cercheremo di arrivare quanto più in alto possibile in classifica; sarebbe bello andare in vacanza con qualche punto in più in saccoccia”.

Daniil Kvyat (STR11-02, Car 26)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:17.227, 14° pos., 19 giri
Qualifiche– Miglior giro: (Q1) 1:16.876, 19° pos.

Daniil Kvyat:

“Sono deluso, non ho guidato bene nelle qualifiche di oggi e il mio ultimo giro non è stato abbastanza veloce per passare alla Q2: ho perso i miei riferimenti, ho fatto qualche errore e non sono riuscito a mettere insieme un buon tempo. Ieri sembrava una giornata promettente, ma oggi siamo calati proprio nel momento che contava di più. Sono arrabbiato e mi sento al di sotto del mio solito livello, questo è certo – i momenti in cui non ti senti a tuo agio in macchina possono arrivare per tutti ed è quello che mi sta succedendo adesso. Devo capire un po’ meglio cosa sta accadendo intorno a me e cercare di trarne le giuste conclusioni così da guidare nuovamente con fiducia. Tornare ad essere competitivo come mio solito è un compito difficile, ma sono giovane e sicuro che troveremo delle risposte al più presto. C’è un lato positivo: sento che la soluzione non è poi così lontana… Ieri abbiamo avuto un buon venerdì, come non succedeva da un po’ di tempo, quindi adesso abbiamo bisogno di ripartire da lì. La gara è domani e cercheremo di lottare per recuperare. Non ho molto da perdere, quindi attaccherò”.

Phil Charles (Chief Race Engineer):

“Un sabato particolarmente difficile per noi. Oggi a centro gruppo i distacchi sono stati molto serrati. Sfortunatamente, in Q1 Daniil ha avuto due run discontinui, il secondo dei quali lo ha visto lento nel primo settore a causa di un errore in curva 1. Uno sbaglio che gli è costato il passaggio in Q2. Per Carlos è andata meglio in Q1 ed è passato alla fase successiva con un dodicesimo posto. Purtroppo per farlo ha dovuto usare due set di pneumatici, quando speravamo di usarne soltanto uno. Poi, in Q2 ha fatto due giri abbastanza puliti, ma il nostro secondo settore non era abbastanza competitivo e ha così chiuso tredicesimo. Dei team di metà gruppo, le Force India sono state davvero veloci oggi e anche la Haas ha fatto un buon lavoro, con Gutierrez che è davanti a noi. Eravamo molto vicini alle due McLaren e Carlos si era piazzato in mezzo a loro. Purtroppo, però, gli è stata inflitta una penalità di 3 posizioni sulla griglia, per aver ostacolato Massa nel T2 del suo primo run in Q2. Cosa di cui sicuramente ci scusiamo”.