Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Gara: 15° pos.

 

“Anche se sono riuscito a continuare dopo l’incidente con Carlos, anche la mia gara era compromessa e, ovviamente, non sono contento per ciò che è successo. Ero davanti sulla traiettoria sporca, quindi è normale avere del sottosterzo, e poi improvvisamente c’è stato quell’incidente. Sono cose che accadono e talvolta sono inevitabili. È un vero peccato, perché questo ha danneggiato entrambi i piloti e la squadra, sono davvero molto dispiaciuto. Non c’è molto altro che possa fare adesso, dobbiamo solo imparare da queste situazioni e andare avanti”.

 

Carlos Sainz (STR12-01, Car 55)
Gara: Ritirato

 

“Non ho MOLTO DA DIRE riguardo quello che è successo oggi con Daniil durante il primo giro della gara, le immagini parlano da sole: è però molto frustrante non aver finito un’altra gara. Certo, sono deluso, perché questo non è mai il modo in cui vorresti andasse una gara, ma adesso voglio solo pensare che sia una fase di quest’anno: in 20 gare, capita di dover vivere queste situazioni ad un certo punto… Ecco perché non sono molto preoccupato e resto molto calmo. Fortunatamente, questo era un fine settimana in cui sul tavolo non c’erano tanti punti, perché avremmo avuto bisogno di scenari difficili come la pioggia che poi, alla fine, non è arrivata, quindi è probabile che non abbiamo perso molto. L’unico grosso rimpanto è che non abbiamo segnato punti questo weekend, ma dobbiamo continuare a guardare avanti: vorrei ringraziare i meccanici e l’intera squadra, perché anche loro saranno delusi da questo risultato, ma speriamo di ribaltare la situazione in Ungheria e puntare ad un buon risultato per tutto il team. Sono sicuro che la prossima volta andrà meglio”.

 

Franz Tost (Team Principal)

 

“Il fine settimana di Silverstone è iniziato negativamente fin dalle verifiche tecniche del giovedì. Abbiamo chiarito il giorno stesso, ma credo sia doveroso ribadire che la squadra non ha mai gestito – ne mai lo farà – le proprie vetture in condizioni di pericolo. Siamo una squadra di professionisti che opera ai più alti livelli del motorsport e curiamo tutti gli aspetti delle nostre vetture e della sicurezza con estrema attenzione e grande rispetto.

Per quanto riguarda la gara di oggi, per la squadra è stata una grande delusione, perché lo scenario peggiore che si possa presentare è un incidente tra compagni di squadra al primo giro della gara. Non doveva accadere. Sul fronte prestazioni, la vettura aveva le carte in regola per finire tra i primi dieci: i tempi sul giro di Daniil erano abbastanza competitivi, nonostante il fondo e altre parti della vettura fossero danneggiati. Lo abbiamo richiamato ai box per cambiare l’ala anteriore e montare le gomme soft. Pensavamo potesse stare fuori a lungo, invece è stato necessario fare un altro pit-stop per montare le gomme supersoft. Alla fine abbiamo chiuso la gara in P15, quindi fuori dai punti, ma tutto ciò che possiamo fare adesso è dimenticare questo weekend e prepararci al meglio per l’Ungheria. Questa pista dovrebbe adattarsi meglio alla nostra vettura e speriamo di poter raggiungere un risultato positivo prima della pausa estiva”.