Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 8° pos. 

“Sono soddisfatto: quella di oggi è stata una buona gara. Nella prima parte, tra pioggia e condizioni variabili della pista, siamo andati molto bene: eravamo veloci, la macchina è stata fantastica e ad un certo punto lottavo per la sesta posizione. Purtroppo poi ho commesso un errore alla curva 1, di cui non sono certo contento! Da quel momento in poi ho dovuto calmarmi e riprendere fiducia. Ho lavorato a testa bassa e possiamo essere soddisfatti di aver tagliato il traguardo in ottava posizione, anche se è un peccato non essere riusciti a battere le Force India. Detto ciò, questa è la quinta volta a punti nelle ultime sei gare, quindi stiamo andando nella direzione giusta e dobbiamo solo continuare a spingere. La prossima gara in Ungheria dovrebbe essere più adatta alle caratteristiche della nostra vettura, quindi non vedo l’ora di fare un’altra bella battaglia per la zona punti”.

Daniil Kvyat (STR11-04, Car 26)
Gara: 10° pos.

“Penso che la gara di oggi non sia andata male: siamo riusciti a recuperare terreno, tenere il passo della Ferrari e finire in zona punti, che era il nostro obiettivo principale. Eravamo molto competitivi e direi che abbiamo meritato questi punti. Questo è un buon segno, dopo un lungo periodo sfortunato! Personalmente, sono felice: finalmente ho avuto una buona giornata in pista… non mi succedeva da fin troppo tempo! Sono sicuro che impareremo da questi momenti positivi, così da continuare su questa strada fino alla fine della stagione. Non vedo l’ora che arrivi la prossima gara in Ungheria!”.

Franz Tost (Team Principal):

“Abbiamo vissuto una gara davvero emozionante a causa delle mutevoli condizioni meteorologiche. All’inizio, per i piloti è stato molto difficile trovare il giusto equilibrio tra l’essere aggressivi e non finire in testacoda. È stato così anche quando sono passati alle gomme slick. Erano condizioni difficili e in effetti abbiamo visto diverse uscite alla curva 1. Devo dire che sia Carlos che Daniil hanno fatto un ottimo lavoro, perché hanno tenuto le vetture in pista e terminato la gara in zona punti – rispettivamente in ottava e decima posizione – senza grossi problemi. Questo è un buon risultato per noi: anche il team ha lavorato bene dal punto di vista della strategia ed è positivo aggiungere altri cinque punti alla nostra classifica, nel campionato costruttori. Adesso guardiamo a Budapest, una pista che dovrebbe adattarsi bene alla nostra vettura e in cui dovremmo poter lottare per punti importanti”.