Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:15.324, 7° pos., 26 giri
Qualifiche– Miglior giro: (Q1) 1:15.467, (Q2) 1:14.805, (Q3) 1:14.749, 7° pos.
In gara partirà 6°

Carlos Sainz:

“Sono molto soddisfatto della mia qualifica e ottimista per la gara di domani. Ci siamo qualificati settimi e avanzeremo di una posizione, approfittando della penalità di Kimi, dunque in gara partiremo sesti: è una posizione ideale in una pista come quella di Monaco. Sono molto contento perché fare un buon giro di qualifica qui a Monaco significa avere molta confidenza con la macchina e che stai spingendo davvero al limite… Mi sento davvero a mio agio con la vettura e con la squadra: performance come queste lo confermano. Siamo stati veloci per tutto il fine settimana e abbiamo una macchina competitiva, quindi domani possiamo aspettarci una gara promettente”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza Sessione di prove libere – Miglior giro: 1:15.259, 6° pos., 23 giri
Qualifiche– Miglior giro: (Q1) 1:15.384, (Q2) 1:14.794, (Q3) 1:15.273, 9° pos.
In gara partirà 8°

Daniil Kvyat:

“Non sono molto contento della mia qualifica di oggi. Credo di aver colpito duramente un cordolo nel terzo settore, durante il mio ultimo tentativo e non so se sia questo il motivo per cui abbiamo perso un po’ di tempo in Q3. La vettura, di certo, si è comportata diversamente rispetto al Q2, dunque adesso dobbiamo analizzare questo aspetto, perché avremmo potuto ottenere una posizione migliore rispetto alla nona. È piuttosto deludente, perché sappiamo di avere una macchina competitiva e con un enorme potenziale. Detto questo, sono fiducioso per domani: abbiamo buone possibilità di andare a punti e lotteremo duramente per conquistarli”.

James Key (Technical Director):

“Questa è una pista che esalta più il telaio che la velocità di punta, quindi speravamo si sarebbe ben adattato alla nostra vettura: effettivamente, così è stato! Siamo stati costantemente nei primi dieci tutto il fine settimana, generalmente tra la quinta e la sesta posizione, dunque sapevamo di avere una buona occasione per qualificarci bene e raggiungere la Q3 senza particolari problemi, cosa fondamentale qui a Monaco. Abbiamo affrontato la Q1 usando un solo set di gomme ed entrambi i piloti hanno ottenuto buone prestazioni in Q2, portandoci tra i primi dieci. Sfortunatamente, in Q3 non siamo riusciti a tirare fuori il massimo: i nostri ultimi giri sono stati un po’ compromessi, così abbiamo terminato in settima e nona posizione. Speravamo di poter avere almeno una macchina in terza fila sulla griglia, ma non ci siamo riusciti questa volta. Sembra che abbiamo perso molto tempo nell’ultimo settore con Daniil e ora dobbiamo capire il motivo: l’analisi dei dati è già in corso, perché fino ad allora il giro era piuttosto competitivo. Per quanto riguarda Carlos, il suo giro veloce era buono e ha perso qualcosina nel primo settore rispetto alla sua migliore prestazione: anche in questo caso vogliamo capirne di più, ma i tempi di qualifica erano così ravvicinati che abbiamo perso la quinta posizione per appena un paio di centesimi di secondo. Tuttavia, nessuna analisi ormai può cambiare le nostre posizioni di partenza! Dunque, cercheremo di fare il massimo con ciò che abbiamo ottenuto e speriamo di poter migliorare in gara. Infine, vorrei anche congratularmi con Daniel Ricciardo per la sua prima pole position di oggi!”