Max Verstappen (STR11-01, Car 33)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:38.133, 7° pos., 22 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:38.123, (Q2) 1:37.510, (Q3) 1:37.583, 9° pos.

Max Verstappen:

“Sono contento e soddisfatto del mio risultato nelle qualifiche di oggi. Soprattutto dopo la giornata difficile di ieri, in cui avevamo faticato molto: recuperare e arrivare fino alla Q3 era una cosa che, sinceramente, non mi sarei aspettato. Fra l’altro, direi che questa è una delle qualifiche più difficili della stagione: la pista è molto scivolosa e appena si prova a frenare un metro prima o uno dopo, perdi molto tempo e rischi di bloccare le ruote… Dunque, devi essere molto concentrato ed è quello che ho fatto per conquistare la nona posizione. Sicuramente la gara di domani sarà un’altra grande sfida, perché siamo tutti molto vicini, ma mi sento pronto e speriamo di poter continuare a segnare dei bei punti”.

Carlos Sainz (STR11-02, Car 55)
Terza sessione di prove libere – Miglior giro: 1:38.465, 9° pos., 25 giri
Qualifiche – Miglior giro: (Q1) 1:37.784, (Q2) 1:37.652, 11° pos.

Carlos Sainz:

“Sono deluso di non essere riuscito ad entrare in Q3 oggi, perché siamo stati veloci per tutto il fine settimana e avevamo il ritmo per stare tra i primi dieci. Nell’ultimo tentativo in Q2 stavo facendo un buon giro, ma nel terzo settore ho trovato del traffico che mi ha rallentato. Stasera tornerò in albergo un po’ arrabbiato, ma la cosa positiva è che sappiamo di avere un buon passo per fare bene domani, quindi non vedo l’ora di correre”.

James Key (Technical Director):

“Penso che questa mattina, rispetto a ieri, abbiamo migliorato abbastanza il bilanciamento su entrambe le vetture. In particolare a quella di Max siamo riusciti a dare una certa stabilità, grazie agli interventi effettuati durante la notte. Di conseguenza, nelle prove Libere 3 è stato molto più competitivo. Ci aspettavamo una qualifica piuttosto serrata, con diverse squadre tutte molto vicine tra loro alle spalle di Mercedes, Ferrari e Williams. Eravamo fiduciosi di poter raggiungere la Q3 con entrambe le macchine, ma sapevamo di dover fare tutto alla perfezione per farcela. Purtroppo, Carlos non è riuscito ad andare oltre la Q2, in quanto Kvyat ha fatto meglio di lui proprio alla fine della sessione, facendolo scivolare in undicesima posizione, ma almeno avrà il vantaggio di partire con pneumatici nuovi. Max ha fatto un buon lavoro per arrivare in Q3, anche se nella parte finale della sessione non siamo andati come ci aspettavamo e dobbiamo capire cosa sia successo. Penso che domani sarà una gara molto interessante. Questa è una pista difficile. Gli pneumatici si stanno più o meno comportando come previsto, ma la loro gestione e quella delle strategie sarà comunque complicata. Sappiamo che qui è possibile effettuare dei sorpassi, anche se è difficile, quindi sarà interessante vedere come si evolverà la corsa. Il nostro passo gara è, come capita spesso, migliore rispetto alle qualifiche, quindi adesso dobbiamo capire qual è il modo migliore per progredire dalle nostre posizioni di partenza: questo è il nostro piano per stasera”.