Max Verstappen (STR10-02, Car 33)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:43.089, 17° pos., 16 Giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:39.411, (Q2) 1:39.119, (Q3) 1:38.924, 9° pos.

“Prima di tutto, devo dire che sono davvero felice di sapere che Carlos sta bene dopo l’incidente, questa è la notizia più importante! Speriamo che sia in pista già domani. Io sono davvero soddisfatto della mia prestazione di oggi in qualifica! Era la prima volta che giravo con poco carburante a bordo su questa pista, quindi ho dovuto prenderci la mano – insomma eravamo già in Qualifica, ma io stavo ancora imparando! La nona posizione è un buon risultato, sono molto soddisfatto. È difficile sapere cosa aspettarsi dalla gara di domani, dato che non abbiamo girato molto durante le sessioni di prove libere. I nostri long run, però, non erano affatto male, ma dobbiamo aspettare e vedere… Io sono fiducioso di poter fare una buona corsa e lottare così per conquistare altri punti!”.

Carlos Sainz (STR10-04, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere: 1:42.683, 15° pos., 19 giri
Qualifiche – non ha partecipato

“Ciao a tutti! Come potete vedere sto bene. La mia schiena e il mio collo sono un po’ doloranti a causa dell’incidente, ma mi sento assolutamente pronto. Spero di svegliarmi in buona forma domani e forse potrò provare a correre, certamente questa è la mia intenzione! Ovviamente dobbiamo essere cauti… ma sono sempre stato cosciente. Subito dopo il botto ho cercato di parlare con la squadra via radio, ma non funzionava e immagino quindi che quelli siano stati momenti di paura… vorrei ringraziare tutti per il sostegno, è davvero bello ricevere tutti i vostri messaggi in un momento come questo! Spero di vedervi tutti lì fuori, domani!”.

Phil Charles (Chief Race Engineer)

“Le prime considerazioni sono, ovviamente, per Carlos. È stato un brutto incidente per lui, ma è bello sapere che sta bene. Adesso dobbiamo attendere fino a domani mattina per conoscere gli esiti dei controlli finali da parte dei medici della FIA.Dal nostro punto di vista, stiamo ancora analizzando i dettagli relativi alle cause dell’incidente. Tuttavia, fino ad ora non ci sono dati significativi di cui parlare. Personalmente, invece, sono rimasto davvero impressionato nel vedere come la vettura abbia retto così bene allo schianto: la crush zone del musetto ha lavorato efficientemente e le quattro ruote sono rimaste attaccate. Anche la monoscocca sembra essere in buono stato..Parlando un po’ più delle prestazioni della vettura, nelle fasi iniziali delle Libere 3, prima dell’incidente di Carlos, entrambi i piloti si sono adattati bene, facendo dei long run per testare gli pneumatici. Durante le qualifiche, Max ha fatto un buon lavoro e contemporaneamente noi continuavamo ad affinare il nostro approccio, non avendo avuto modo di provare dei run brevi con nessuno dei due piloti durante le Libere 3. Nel dettaglio, dovevamo prendere una decisione sull’utilizzo delle gomme tra un run del tipo riscaldamento-spingi o uno spingi-ricarica-spingi. In Q3, abbiamo deciso di optare per la seconda opzione. Ovviamente è difficile dire con certezza quale sarebbe stata la scelta migliore, ma comunque Max è riuscito a fare un buon giro e penso che, dato il nostro pacchetto, abbiamo ottenuto gran parte di quello che avremmo potuto qui”.

Franz Tost (Team Principal)

“Sono molto felice che Carlos stia bene e sia già fuori dall’ospedale, questa è la cosa più importante per noi. Spero potrà godersi una tranquilla notte di sonno: domattina dovrà passare i controlli medici della FIA, per decidere se sarà in grado di prendere parte alla gara. Giusto per chiarire quanto accaduto poco prima dell’incidente: Carlos aveva completato un long run con le gomme Option, prima di montare le Prime per fare due ulteriori giri. Sulle Prime il livello di grip è più basso. Inoltre, aveva cambiato alcuni parametri di frenata sul volante, cosa che l’ha spostata più sul posteriore. Una combinazione di questi due fattori potrebbe essere alla base del bloccaggio al posteriore che ha reso la macchina incontrollabile”.