Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Terza sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:45.879, 9° pos., 17 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:45.499, (Q2) 1:44.493, (Q3) 1:44.197, 6° pos.

Carlos Sainz:

“Una giornata molto positiva! Penso che possiamo essere davvero soddisfatti di questa sessione di qualifiche. Dopo alcune gare difficili, era il momento di tornare in una posizione che credo ci è più consona, lottando fra i primi sei, a mezzo secondo dalle Force India: è qualcosa di cui essere orgogliosi. Non è stato semplice come potrebbe sembrare: mi sono dovuto fermare alle verifiche della FIA in Q2 e subito dopo il motore non voleva riaccendersi, così non ho potuto fare il secondo run in Q2… è stato complicato riprendere il giusto ritmo, ma alla fine in Q3 sono riuscito a fare due giri consecutivi con le gomme ultrasoft e ho tirato fuori la prestazione nel momento in cui contava. Questa è una spinta enorme per tutta la squadra: sappiamo che abbiamo il passo per fare una buona gara domani e possiamo essere fiduciosi! Direi che questa è stata una delle migliori qualifiche della mia carriera: andrò a letto con un gran sorriso stampato sul volto”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Terza sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:45.503, 7° pos., 19 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:45.291, (Q2) 1:44.475, (Q3) 1:44.469, 7° pos.

Daniil Kvyat:

“Una grande giornata, quella di oggi. Nell’ultimo giro mi sentivo molto a mio agio e, anche se per il Q3 era rimasto un solo set nuovo di ultrasoft, abbiamo fatto una performance solida e possiamo essere soddisfatti della settima posizione. È sempre piacevole quando la vettura è al top durante l’ultimo giro. È incoraggiante vedere che siamo tornati nelle posizioni in cui dovremmo essere, dimostrando di essere competitivi e – incrociando le dita – di poter fare una bella gara domani! Sarà molto lunga e tutto può accadere, ma dobbiamo solo restare concentrati, essere pazienti e approfittare di qualsiasi opportunità avremo davanti. Mi sento bene, siamo ben posizionati e quindi, adesso, dobbiamo massimizzare quanto fatto oggi”.

Phil Charles (Chief Race Engineer):

“Una giornata molto positiva per noi. La sesta e la settima posizione in qualifica rappresentano un ottimo viatico per la squadra. Abbiamo faticato durante gli ultimi appuntamenti a causa del nostro deficit sulle velocità di punta. Questo risultato dà a tutti una grande iniezione di fiducia, perché significa che abbiamo fatto un buon lavoro e che, quando si va su un tracciato che neutralizza le nostre debolezze, possiamo competere nuovamente ai livelli che ci aspettiamo. Ovviamente, le qualifiche rappresentano solo la posizione che occuperemo sulla griglia di partenza, quindi le somme le tireremo solo alla fine, in base al risultato di domani, non quello di oggi. Inoltre, quella di Singapore è una gara storicamente complicata e penso che dovremo affrontare temi come la gestione delle gomme e il possibile ingresso della safety car, domani. Tuttavia, è bello iniziare da una buona posizione. Sono felice per come è andata per entrambi i piloti e per il team degli ingegneri. I piloti hanno fatto dei buoni giri in Q3: Daniil si è comportato particolarmente bene, pur avendo fatto l’ultimo tentativo un po’ sotto pressione, avendo un solo run a disposizione in quella fase; Carlos ha fatto un ottimo lavoro nella prima fase, passando la Q1 grazie ad un giro fantastico sulle supersoft. Questo gli ha dato la possibilità di avere un ulteriore set di ultrasoft nuove per la Q3, rispetto a quanto avevamo preventivato, permettendogli di guadagnare qualcosa in più. Per quanto riguarda gli ingegneri, è un bene assistere a questo ritorno di competitività, in quanto sono state settimane intense con le valutazioni del nostro pacchetto aerodinamico: tutti hanno lavorato duramente per mantenere i vari parametri di set-up sui livelli migliori, imparando dalle prove svolte”.

I risultati completi qui.