Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:45.033, 7° pos., 4 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:39.183, (Q2) 1:38.245, 14° pos.
 

Daniil Kvyat:

“Certamente non è stato facile oggi! Avevamo alcuni problemi di bilanciamento e ho dovuto lottare ad ogni curva per restare in pista, si scivolava ovunque! È stato anche difficile decidere con quale tipo di gomme uscire: a volte la pista era adatta alle gomme da bagnato estremo, altre volte alle intermedie… Ma sono soddisfatto delle decisioni prese e, nel complesso, da parte mia è stata una sessione dignitosa: ho fatto del mio meglio. Domani non sarà una gara facile, soprattutto se sarà sull’asciutto: non è una pista che si adatta alle nostre caratteristiche. Detto questo, naturalmente, cercheremo di fare del nostro meglio e poi vedremo come andrà a finire”

Carlos Sainz (STR12-02, Car 55)
Terza Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:41.515, 4° pos., 5 giri
Qualifiche – Miglior Giro: (Q1) 1:39.788, (Q2) 1:38.526, 15° pos.
Carlos sconterà una penalità in griglia di dieci posizioni domani

Carlos Sainz:

“Una qualifica molto difficile, così come è stato complicato interpretare il meteo, oggi… È stato molto impegnativo! All’inizio della sessione non avevo feeling con le gomme intermedie e mi sentivo più a mio agio con le gomme da bagnato estremo. Alla fine abbiamo deciso di rimontare le intermedie, poiché tutti gli altri stavano migliorando con quelle gomme, ma avevamo davvero poca aderenza: un problema dovuto al fatto che abbiamo deciso di cercare un compromesso con il nostro assetto di oggi, in vista della gara di domani, quando si dovrebbe correre sull’asciutto. Speriamo che questa scelta possa pagare, perché in queste condizioni oggi è stato difficile. Abbiamo corso con meno carico aerodinamico rispetto ai nostri avversari, per questo ho faticato, specialmente nelle curve. Domani ci aspettiamo una gara completamente asciutta. Partiremo dalle retrovie a causa della nostra penalità in griglia, ma proveremo a fare del nostro meglio per recuperare quante più posizioni possibile e vedremo in quale posizione taglieremo il traguardo!”.

Jody Egginton (Head of Vehicle Performance):

“Ci attende una serata molto impegnativa per analizzare i nostri dati e cercare di fare le normali analisi sui nostri concorrenti, considerando che ci mancano i dati dei long-run. Con le FP3 compromesse dalla pioggia, abbiamo deciso di fare un singolo short-run, al fine di controllare le varie impostazioni specifiche per quelle condizioni, completandolo senza problemi. La pioggia ha continuato a cadere anche in qualifica, con una certa variazione d’intensità, e ci siamo quindi preparati ad affrontare una sessione complicata. La Q1 è stata interrotta molto presto con una bandiera rossa: abbiamo potuto quindi fare un singolo giro cronometrato, prima che questa venisse esposta. Alla ripartenza abbiamo montato le full wet su entrambe le vetture, passando più avanti alle intermedie. Ma, anche se entrambe le monoposto sono riuscite a passare in Q2, le gomme non hanno lavorato come volevamo. Abbiamo usato la stessa strategia in Q2, apportando alcuni cambiamenti alle impostazioni, per cercare di far funzionare meglio le gomme intermedie. Tuttavia, con questi pneumatici abbiamo faticato con il bilanciamento e non siamo riusciti a fare un giro pulito e a migliorarci. Adesso ci concentreremo sulla strategia di gara, studiando tutte le opzioni possibili per dare a entrambe le vetture l’opportunità di massimizzare ogni occasione di finire in zona punti”.