Pierre Gasly (AT02-05, Car 10)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:25.382, 8° pos., 30 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:24.756, 9° pos., 32 giri

“Oggi non mi sono sentito molto a mio agio con la vettura, ma abbiamo comunque ottenuto un buon risultato ed è positivo. Credo che domani potremo fare qualcosa in più. Non ero particolarmente soddisfatto del bilanciamento della vettura, avevo molto sottosterzo e dovremo lavorarci. Credo che sia una condizione che hanno sperimentato molti piloti oggi, quindi dovremo analizzare i dati, capire come risolvere questa cosa e poi come migliorare le performance nelle PL3”.

 

Yuki Tsunoda (AT02-04, Car 22)
Prima Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:26.424, 18° pos., 28 giri
Seconda Sessione di Prove Libere – Miglior Giro: 1:24.882, 11° pos., 30 giri

“Penso che questa sia una pista davvero fantastica, mi sono davvero divertito nelle mie prime due sessioni di prove qui all’Istanbul Park. Ho gradualmente preso confidenza con il tracciato e questo pomeriggio credo che abbiamo mostrato un buon ritmo. Oggi c’è stato vento, ma le condizioni in generale erano abbastanza buone. Vedremo cosa succederà con il meteo, dobbiamo prepararci a ogni evenienza, ma siamo contenti delle performance mostrate dalla macchina finora, abbiamo registrato un notevole miglioramento”.

Jonathan Eddolls (Chief Race Engineer)

“Siamo arrivati a Istanbul con una serie di incognite legate al comportamento delle gomme, tenendo conto di quanto visto l’anno scorso e delle misure intraprese quest’anno dall’organizzazione per migliorare l’aderenza dell’asfalto. Avevamo pianificato tutto temendo ancora scarsa aderenza, ma siamo stati piacevolmente sorpresi nel vedere che già al primo giro lanciato eravamo più veloci di qualunque altro giro sull’asciutto fatto registrare l’anno precedente, così siamo tornati a condizioni più normali. Ne consegue che la macchina, questa mattina, non era ancora ottimizzata per le condizioni reali della pista e abbiamo dovuto fare una serie di modifiche prima delle PL2. Siamo andati nella giusta direzione, ma stiamo ancora affrontando dei limiti sul bilanciamento e pensiamo ci sia ancora parecchio margine di miglioramento in vista di domani. Con Yuki stiamo affrontando il weekend in modo diverso e l’approccio ha funzionato finora: è più fiducioso e si è ben comportato. Il meteo potrebbe riservarci delle sorprese domani, in particolare per le PL3, ma siamo fiduciosi di poter tirare fuori altre performance della macchina”.