Daniil Kvyat (STR12-04, Car 26)
Gara: 16° pos.

 

“Non è stata la gara che speravamo. La partenza era stata buona, anche se improvvisamente mi sono ritrovato a schivare il mio compagno di squadra. Poi non ho potuto vedere un granché di ciò che stava accadendo davanti a me; credo che anche Verstappen abbia avuto un problema, Alonso lo ha visto – io no – e si è spostato, mentre io ho perso tutti i miei riferimenti. Ho cercato di fare il possibile, ma purtroppo non sono riuscito ad evitarlo. È qualcosa che turba sia me che certamente anche gli altri, ma queste cose capitano a tutti i piloti. Adesso ho solo bisogno di una doccia fredda prima di Silverstone e sistemare quel che è necessario per poi andare avanti”.

 

Carlos Sainz (STR12-01, Car 55)
Gara: Ritirato

 

“Che gran peccato! Fin dalla partenza abbiamo avuto un problema con il motore, lo sentivo andare a vuoto durante i primi dieci giri, per questo motivo sono precipitato dalla nona alla sedicesima posizione. Abbiamo fatto il possibile per risolvere il problema e per 15 giri ho smanettato con i vari comandi per provare a far funzionare la macchina. Purtroppo, questo alla fine non è accaduto e – anche se eravamo riusciti a recuperare un po’ di ritmo – i problemi erano persistenti e abbiamo dovuto ritirare la vettura. È deludente e di certo non era quello di cui avevamo bisogno, soprattutto perché potevamo lottare per la zona punti oggi. Nel complesso, questa è la dura conclusione di quello che avrei descritto come un buon weekend: le qualifiche di ieri erano andate bene e lottavo per i punti prima di quel problema, dunque ci sono alcuni aspetti positivi su cui concentrarsi. Adesso guardo alla gara della prossima settimana, il GP di Gran Bretagna a Silverstone: è uno dei miei tracciati preferiti, oltre al fatto che posso considerarla come la mia seconda gara di casa: quando non sono a Madrid, vivo a Londra!