Carlos Sainz (STR11-01, Car 55)
Gara: 6° pos.

“Il risultato di oggi è proprio speciale, sia per me che per tutta la squadra: è davvero top, top, TOP! Una bella iniezione di fiducia che ci motiva a tenere alta la testa fino alla fine della stagione! Non so cosa abbia questa pista, ma ogni volta che ci corro, trovo il giusto feeling. Questo è un fine settimana che ricorderò per sempre! Eguagliare il mio miglior piazzamento in Formula 1 mi rende davvero felice, ma questa volta è ancora più bello rispetto a Barcelona, perché qui non pensavamo di avere la vettura per poterlo fare: le nostre simulazioni, prima della gara, dicevano che avremmo potuto terminare in P11 o P12, invece qui abbiamo lottato per la P5! Abbiamo gestito bene le gomme durante il primo stint, stando vicini alla Williams e poi riuscendo a creare un buon gap su Fernando con le Soft. Siamo stati anche un po’ fortunati con la fase di VSC, in quanto ci siamo improvvisamente trovati davanti alla Williams. Sapevamo che sarebbe stato molto difficile andare fino alla fine con le gomme morbide, ma ci siamo impegnati e abbiamo tagliato il traguardo con quel set. Negli ultimi due giri non mi era rimasta praticamente gomma e ho dovuto tener duro come meglio potevo! La battaglia con Fernando è stata davvero divertente! Sapevo che mi avrebbe passato, ma ho voluto rendergli la vita complicata. So perfettamente come attacca e come ci si difende da lui, considerando che l’ho guardato correre per 12 anni… e penso di aver fatto abbastanza bene nel riuscire a tenerlo dietro per tutti quei giri, fino a quando poi non ha aperto il DRS e mi ha detto ‘ciao, ciao’! Sono così soddisfatto, così contento, che non potete immaginare cosa stia succedendo dentro di me, adesso: anche se all’esterno non lo dimostro, sono felicissimo! Sicuramente, questa sera festeggerò con dello champagne: per me questa è come una vittoria!”.

Daniil Kvyat (STR11-03, Car 26)
Gara: 12° pos.

“Oggi per me è stata una giornata difficile. Penso di aver fatto una buona partenza, ma poi abbiamo dovuto optare per una gara ad una sola sosta, dopo aver ricevuto una penalità di 10 secondi per il mio incidente con Perez, nel corso del primo giro. Questo ha compromesso la mia corsa e non è stato facile, ma abbiamo fatto del nostro meglio e continuato a spingere fino alla fine. Devo dire che abbiamo fatto un lungo stint sulle gomme medie e la loro gestione è stata molto buona. Peccato aver perso l’opportunità di lottare per qualche punto oggi”.

Franz Tost (Team Principal):

“Carlos è partito dalla P10 ed è stato molto intelligente alla prima curva, difendendosi molto bene dagli avversari – specialmente da Alonso – e alla fine del primo giro era già ottavo. Da quel momento in poi ha fatto una gara davvero pulita e competitiva, gestendo le gomme in maniera davvero impressionante. Verso la fine della corsa correva per la quinta posizione ed è stato in grado di difendersi dagli attacchi di Alonso, fino alle ultime tornate. Alla fine, il pilota della McLaren è riuscito a superarlo, ma non possiamo dimenticare che siamo più lenti sui rettilinei e quindi Carlos non aveva alcuna possibilità di difendersi. Oggi ha anche fatto un grande lavoro quando Massa provava ad attaccarlo, quindi è stato autore di un’ottima performance: Carlos merita questa sesta posizione, è una delle sue gare migliori con la squadra. Per quanto riguarda Daniil, dopo il contatto con Perez in partenza – con conseguente danneggiamento dell’enplate sinistro dell’ala anteriore – ha perso carico e, di conseguenza, anche prestazione. Per quell’episodio gli è stata inflitta una penalità di dieci secondi: cosa che ha compromesso la sua corsa, facendogli tagliare il traguardo solamente in P12. In generale, la squadra ha fatto un ottimo lavoro e le vetture sono state più competitive del previsto. Adesso guardiamo alla prossima gara, tra sette giorni, in Messico”.